menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il materiale sequestrato dalla polizia.

Il materiale sequestrato dalla polizia.

Nella libreria cocaina, hashish e marijuana: arrestato un 31enne

Un leccese è stato fermato nei pressi della questura dalla polizia: ha provato a disfarsi della dose di droga, ma è scattata anche l’ispezione in casa

LECCE – Lotta allo spaccio in città: la polizia arresta un 31enne leccese. Si tratta di Angelo Semeraro, fermato nella serata di martedì, dagli agenti della sezione volanti. Il personale della questura stava infatti passando da via Enrico Toti, all’angolo con via Leuca, quando hanno scorto l’inidivudo, incensurato, ma volto conosciuto pechè notato alle prese con l'attività di spaccio negli ultimi tempi.

Alla vista dei poliziotti, il 31enne ha però certato di dileguarsi nel traffico cittadino, per sfuggire al controllo. Ma non ce l’ha fatta. Ha lasciato cadere sull’asfalto un involucro, in carta stagnola, poi recuperato: conteneva marijuana. Bloccato e perquisito, addosso gli è stata trovata anche una banconota da 50 euro, accartocciata, ritenuta il ricavo della vendita di droga. A quel punto però la verifica è stata effettuata anche in casa. All’interno di una libreria, altra sostanza stupefacente e materiale usato per confezionare le dosi da vendere in città.

Nello specifico, i poliziotti hanno trovato e posto sotto sequestro una bustina di hashish da 4 grammi, altre sei contenenti due grammi di cocaina e 35 di marijuana racchiusi nell’alluminio. E non è tutto. Sempre nell’abitazione, infatti, scovate sette bustine con 37 grammi di “erba”, un’altra con ulteriori 58 delle stessa sostanze e ben tre bilancini di precisione. Ai poliziotti non è poi sfuggita una confezione da 142 pezzi integrali di bustine in cellophane trasparente, di quelle usate solitamente per imballare le dosi di stupefacente. Al termine dell’ispezione, vista la quantità di droga sequestrata e il possesso del kit per il confezionamento, il 31enne è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria abitazione, con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di stupefacenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento