Spaccio di cocaina in città: arresto, segnalazione e foglio di via

Gli agenti di polizia della sezione volanti hanno fermato un 49enne di Lecce. Perquisiti anche due altri individui

Il materiale sequestrato dagli agenti.

LECCE – Controlli antidroga della polizia nei pressi della villa comunale: un arresto, una segnalazione e un allontanamento con foglio di via obbligatorio. Nel tardo pomeriggio di ieri, gli agenti della sezione volanti sono stati impegnati in un servizio di prevenzione e repressione allo spaccio di sostanze stupefacenti. Hanno notato un cittadino straniero, un 49enne della Guinea, in compagnia di un italiano con precedenti in materia di spaccio.

I due sono stati sottoposti a verifica: addosso allo straniero, trovata una dose di marijuana che ha fatto scattare la segnalazione amministrativa per uso di stupefacenti. Nei confronti dell’italiano, avanzata la proposta di allontanamento con foglio di via obbligatorio dal capoluogo salentino.

Le manette per cocaina

Nello stesso pomeriggio, una volante in servizio sempre in città, ha notato Mario Miccoli, leccese di 49 anni, conosciuto alle forze dell’ordine, a bordo di un’auto. Alla vista della polizia, l’uomo ha cercato di allontanarsi in retromarcia, ma è stato fermato e controllato. Addosso gli sono state alcune dosi di sostanza ed è scattata la perquisizione (in foto). All’interno del garage in uso dall'uomo, in una intercapedine, il personale della questura ha rinvenuto un involucro con all’interno 28 dosi di cocaina per 12 grammi.

7f31700f-b180-4b20-bcfa-38a5472fcb23-2Nell’ingresso dell’abitazione, su un tavolo, un involucro in cellophane. Sempre all’interno dell’abitazion, in un sottoscala chiuso esternamente da una rete metallica, un bilancino di precisione e un rotolo di nastro adesivo. Rinvenuto inoltre un coltello a serramanico. In un portafogli, invece, una placca metallica  in lega di metallo placcata oro con scritto “Sicurezza vigilanza privata”.

E non è tutto. All’interno di una cassaforte, rinvenute delle manette di sicurezza in metallo. Al termine degli accertamenti, Miccoli è stato accompagnato nel carcere di Lecce per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale per aver cercato di sottrarsi al controllo della polizia.

      

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi frode col gasolio agricolo, undici arresti e 64 indagati

  • Militari attendono cassiera a fine turno: addosso parte dell’incasso, sospetti ammanchi per 50mila euro

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

Torna su
LeccePrima è in caricamento