Cronaca

Ai domiciliari, ma con cocaina, bilancio e contanti: finisce in carcere

Arresto dei carabinieri della stazione di Spongano: in manette un 37enne del posto. Presso la sua abitazione in via vai sospetto

LECCE – Il regime degli arresti domiciliari cui era sottoposto non gli ha impedito di dedicarsi allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Ai carabinieri della stazione di Spongano è bastato un semplice controllo nell’abitazione di Maurizio De Pascali, 37enne del posto, per trovarvi 20 grammi di cocaina, suddivisa in 44 dosi e dieci flaconi di metadone (privi di etichetta) oltre al materiale usato per il confezionamento, un bilancio di precisione e due contenitori di ammoniaca. Non solo: in un nascondiglio ricavato in giardino, i militari hanno ritrovato altra droga.

DE PASCALI Maurizio-2Nella disponibilità dell’uomo è stata trovata una somma di 630 euro, ritenuto proventi di attività illecita. I carabinieri si sono insospettiti notando un anomalo via vai da parte di individui non residenti nella zona in questione e così hanno deciso di effettuare dei servizi di osservazione. Quando una persona nota come tossicodipendente si è presentata alla porta di De Pascali è scattata la “sorpresa” per il padrone di casa che al termine della perquisizione domiciliare e dopo le formalità di rito è stato portato presso il carcere di Borgo San Nicola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai domiciliari, ma con cocaina, bilancio e contanti: finisce in carcere

LeccePrima è in caricamento