Scenate di gelosia e minacce via chat per mesi: fermato lo stalker

Un 33enne di Neviano arrestato nelle ultime ore per atti persecutori nei confronti della ex. I fatti dal mese di novembre scorso

Foto di repertorio

NEVIANO – Scenate e pedinamenti fino all’esasperazione. La passione si trasforma in gelosia. Dalla gelosia allo stalking il passo è stato breve: un 33enne di Neviano è stato arrestato, nel corso delle ultime ore, per atti persecutori nei confronti di una ragazza. Si tratta di Stefano Marra, un individuo già noto alle forze dell’ordine, ora raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Lecce.

I fatti sarebbero partiti da novembre scorso, ai danni della ex convivente. Il 33enne l’avrebbe perseguitata tanto da causarle un perdurante e in grave stato di ansia e timore per l’incolumità propria e dei suoi famigliari, fino a condizionarne lo stesso stile di vita. Oltre a  continue scenate per la fine della relazione sentimentale, che lui non è mai riuscito ad accettare, il 33enne avrebbe dato vita a frequenti appostamenti nei pressi dell’abitazione della ragazza o del suo luogo di lavoro.MARRA STEFANO-2

Il tutto senza risparmiare anche gravi minacce verbali via telefono o chat e continue lesioni personali. I carabinieri della stazione di Neviano hanno quindi scovato Marra nella sua stessa abitazione e, al termine delle formalità di rito, lo hanno accompagnato presso  l’istituto penitenziario di Borgo San Nicola.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento