Perseguita 30enne per anni e la molesta fuori dal lavoro. Nuovi guai per lo stalker

Un 38enne di Specchia è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Secchia, dopo l'ennesimo episodio nei confronti di una donna del posto, vessata dal 2012. Nei suoi confronti sono scattati i domiciliari

Foto di archivio

SPECCHIA – Stalker recidivo finisce in manette. All’alba, i carabinieri  della stazione di Specchia hanno arrestato Antonio Aspirante, 38enne, per il reato di stalking. L’uomo, che era già stato tratto in arresto per lo stesso reato nel febbraio del 2014, una volta tornato libero ha ripreso insistente a compiere atti intimidatori, vessatori e asfissianti nei confronti della vittima: una 30enne del posto.

La donna, per oltre tre anni, stando a quanto ricostruito dai militari, sarebbe stata costretta a vivere in un “inferno” personale a causa di un uomo che, più volte destinatario di provvedimenti cautelari, ha reiterato  la propria condotta violenta.

Già a partire dal mesi di  maggio del 2012, il Tribunale di Lecce ha emesso a suo carico un’ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di avvicinamento. Dopo pochi mesi, e a causa delle violazioni alle prescrizioni imposte, i militari dell’Arma hanno ottenuto un aggravamento della misura con quella della custodia in carcere. Per quei fatti l’uomo è stato condannato a mesi otto di reclusione con pena sospesa a marzo del 2013. Non è tutto.ASPIRANTE Antonio per stampa-2

Nel settembre 2014, dopo un breve periodo di apparente tranquillità, la vittima è tornata ad essere bersaglio delle attenzioni dell’uomo: molestie telefoniche a qualsiasi ora anche di notte, cartoline con frasi ingiuriose, pedinamenti, aggressioni verbali anche sul posto di lavoro, e continue diffamazioni volte ad isolarla dalla comunità.

Fino a quando lo scorso 20 marzo,  la ragazza ha richiesto l’intervento dei carabinieri, perché Aspirante ha continuato a tormentarla fuori dal posto di lavoro. E’ scattata la denuncia e la richiesta di un provvedimento cautelare. Il gip del Tribunale di Lecce, Antonia Martalò, su richiesta del pm, Stefania Mininni, ha immediatamente disposto il regime degli arresti domiciliari.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Colpo in testa e via con i soldi: portiere dell’hotel aggredito per rapina

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento