Cronaca

Perseguita la ex e la minaccia di morte: ora non potrà neppure scriverle

Un 37enne di Ugento è finito ai domiciliari per stalking nei confronti della donna. L’avrebbe aggredita anche davanti ai bambini

Foto di repertorio

TAURISANO-  Indagato per maltrattamenti in famiglia, anche in presenza dei figli minori, violenza privata e violazione di domicilio, ora finisce nei guai. Un uomo di Ugento, M.C., di 37 anni, è finito in manette per stalking nel pomeriggio di ieri. Gli agenti di polizia del commissariato di Taurisano, infatti, sono intervenuti dopo l’ennesima segnalazione da parte della ex moglie dell’uomo, che ha denunciato i presunti maltrattamenti. Quest’ultima, infatti, avrebbe segnalato atti di violenza fisica, ma anche piscologica, da parte dell’ex. Il gip del Tribunale di Lecce, Carlo Cazzella, lo scorso 24 maggio, ha pertanto emesso un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti del 37enne: è stato pertanto ristretto al regime degli arresti domiciliari.

Secondo la ricostruzione da parte dei poliziotti, l’uomo avrebbe seguito la ex coniuge, appostandosi nei pressi dei luoghi da lei frequentati. L’avrebbe offesa ed umiliata in numerose circostanze, minacciando in più occasioni persino di ammazzarla. Non le avrebbe, inoltre, neppure risparmiato aggressioni fisiche, tanto da procurarle lesioni alla presenza dei figli piccoli. La situazione è poi degenerata quando il 37enne ha fatto irruzione in casa della vittima, restandoci contro la volontà della donna.

I comportamenti assunti dall’uomo, nonostante il divieto di avvicinamento alla casa della malcapitata a partire da settembre del 2015 da parte del Tribunale civile, hanno generato uno stato d’ansia nella donna. Ora il 37enne dovrà restare ai domiciliari presso la propria dimora e non potrà comunicare, neppure tramite telefono, con la ex moglie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perseguita la ex e la minaccia di morte: ora non potrà neppure scriverle

LeccePrima è in caricamento