Oltre 15 chilogrammi di marijuana “a kilometro zero”: in manette contadino

Un 53enne di Cursi in arresto, nella giornata di oggi: aveva nascosto, tra casa e garage, un ingente quantitativo di stupefacente, anche autoprodotto

I carabinieri col materiale sequestrato

CURSI – Un 53enne di Cursi in manette con l’accusa di aver prodotto droga da vendere sul mercato. Donato Chilla, un contadino di Cursi, è stato fermato intorno alle 13 dai militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Maglie. A seguito di una perquisizione, è stato trovato in possesso di un involucro contenente 45 grammi di marijuana già essiccata, occultati all’interno della cucina.

Nel garage, inoltre, i carabinieri hanno trovato quasi altri due chili della stessa sostanza, nascosti in un frigo portatile, tre scatole con ulteriori 986 grammi, un involucro con 177 grammi di “erba”, sempre essiccata e infiorescenze di marijuana per altri 12 chilogrammi. Ma non è tutto.chilla-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalla perquisizione, infatti, è anche spuntata una carabina ad aria compressa calibro 4,5, due balestre, materiale per la coltivazione delle piante illegali e, ancora, un furgone usato per occultare lo stupefacente. Il tutto è stato sottoposto a sequestro, assieme al kit per la coltivazione degli esemplari. L’uomo, al termine degli accertamenti, è stato ristretto al regime degli arresti domiciliari dai militari magliesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Omicidio di Lecce. La criminologa: “Obiettivo dell’assassino entrambi i fidanzati”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento