Gli rubano la moto e se la prende con studentesse. Prova a incendiare la loro casa: in manette

Un 38enne leccese è stato fermato con l'accusa di tentata estorsione e danneggiamento finalizzato all'incendio. Si è presentato nell'appartamento di alcune universitarie, che ieri sera avevano tenuto un party, accusandole di avergli sottratto il mezzo. Ha poi cosparso, dall'esterno, il pavimento di liquido infiammabile

Una volante della polizia

LECCE – Una festa tra universitari, organizzata da due studentesse del progetto “Erasmus”, assieme alla propria coinquilina italiana, si è trasformata in incubo. Un party, uno dei tanti, che si è svolto senza problemi fino alle tre. I problemi, semmai, sono giunti dopo. Intorno alle 11 di questa mattina. Quando tre individui si sono presentati alla porta delle universitarie, con fare minaccioso e arrogante. Uno del gruppo ha accusato uno degli ospiti della festa di averlo derubato del proprio ciclomotore. “Se non me lo restituite, appicco il fuoco con voi dentro”.

Le due studentesse straniere, accompagnate da un amico, si sono recate immediatamente all’ufficio denunce della questura intimorite e hanno descritto dettagliatamente i tre individui. Nel frattempo, la terza ragazza, rimasta in casa, si è accorta che dal portone d’ingresso dell’appartamento entrava della benzina. Spaventata, la ragazza ha chiesto l’intervento di una volante che è subito messa sulle tracce dei tre individui.solari-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Uno dei polizotti intervenuti  ha notato un giovane molto simile alla descrizione sostare davanti al condominio e, sospettando che potesse trattarsi di uno dei malviventi, lo ha accompagnato in questura per accertamenti. Riconosciuto senza ombra di dubbio dalle denuncianti come autore delle minacce, e considerati anche i precedenti penali dell’uomo, è scattata una perquisizione domiciliare dalla quale è “spuntata” una bottiglia in plastica da un litro e mezzo con ancora all’interno alcuni centilitri di liquido infiammabile. Per Pierpaolo Solari, 38enne leccese, sono scattate le manette con l’accusa di tentata estorsione e per danneggiamento finalizzato all’incendio .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento