Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Il furto nel bar sfuma grazie all’allarme. Colpo in macelleria: in manette 25enne

Un ragazzo di Surbo è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale, furto aggravato e possesso ingiustificato di grimaldelli e ricettazione. E’ stato ritenuto responsabile del colpo ai danni di un esercizio commerciale di Torchiarolo. Nel suo comune di residenza, poco prima, alcuni malviventi hanno provato ad introdursi nel bar “Cafè del Mar”

Il carcere di Brindisi (Foto da BrindisiReport)

SURBO – Ha messo a segno il furto ai danni di una macelleria di Torchiarolo, ma lui è finito in manette. Fabio Saracino, un ragazzo di 25 anni, di Surbo, è stato infatti arrestato in flagranza di reato dai carabinieri del comune brindisino, con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, furto aggravato e possesso ingiustificato di grimaldelli e ricettazione.

I militari lo hanno beccato mentre, con il volto travisato, si aggirava per le vie del centro cittadino, subito dopo il gesto, perpetrato assieme ad altri individui ora in fase di identificazione. Sono stati i militari della guardia di finanza di Brindisi, impegnati in un servizio di controllo del territorio a notare alcune anomalie.

Scattati i controlli, le forze dell’ordine hanno potuto accertare che i malviventi, poco prima, avevano utilizzato una Lancia Delta rubata a Lecce pochi giorni prima. Nel giro di alcune ore, sono stati rinvenuti sia gli oggetti atti allo scasso, sia la refurtiva. Durante la concitate fasi dell’arresto, il ragazzo ha avuto una colluttazione con i militari. Sia l’autovettura, che gli utensili da scasso, sono stati posti sotto sequestro e la refurtiva recuperata restituita al legittimo proprietario.SARACINO Fabio, classe 1969-2

Al termine delle formalità di rito, il 25enne è stato accompagnato presso il carcere della città adriatica. Ulteriori indagini sono in corso, anche in collaborazione con i carabinieri della compagnia di Lecce,  per chiarire se il giovane, o i suoi complici, possano essere o meno implicati anche in un altro furto, soltanto tentato, ai danni del bar “Cafè del Mar”  di Surbo. Nella notte, infatti, dopo aver cercato di scardinare l’infisso, il sistema di allarme si è attivato costringendo i malviventi a fuggire a mani vuote.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il furto nel bar sfuma grazie all’allarme. Colpo in macelleria: in manette 25enne

LeccePrima è in caricamento