Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

"Aiuto, un ladro in casa". Ma i carabinieri arrestano lui: aveva droga e un'arma

I militari della tenenza di Copertino hanno ristretto ai domiciliari un 35enne, che ha segnalato una presenza nella sua abitazione. Per l'autore del tentato furto è scattata la denunica, mentre il proprietario dell'appartamento è stato trovato con una P38 e 120 grammi di hashish, nascosti in barattoli di vernice

I carabinieri della tenenza di Copertino

COPERTINO – “Aiuto, un ladro si aggira nella mia abitazione”. Ma a finire in manette, alla fine, è stato proprio lui. Alessandro Muscella, 35enne incensurato, residente a Copertino (nella foto, sotto). Nel cuore della notte, intorno alle tre, si è rivolto ai carabinieri della tenenza locale, per segnalare la presenza di qualcuno in casa. Sopraggiunti, i militari dell’Arma si sono però ritrovati davanti ad un caso che ha del grottesco. L’autore del tentato furto esisteva, questo sì. Ed è' stato identificato, rintracciato e bloccato nel giro di alcuni minuti. Q.A., 28enne nato a Galatina, ma residente nella cittadina, tanto per cominciare, è stato  deferito in stato di libertà.

Avrebbe giustificato la sua presenza nel giardino di quell’abitazione con una motivazione surreale: “Avevo intenzione di fare uno scherzo al proprietario”, questo l'intento palesato. Ma, agli inquirenti,  è bastata l'originalità delle sue parole per alimentare la voglia di vederci più chiaro. Il 28enne è stato sottoposto ad una perquisizione personale, e a quella del proprio veicolo, all’interno del quale i carabinieri hanno rinvenuto sia un manganello, sia un coltello. Fatto scattare il provvedimento nei suoi confronti, con l’accusa di tentato furto, i militari hanno disposto anche un sopralluogo nella casa  “visitata” dal ragazzo denunciato, per scoprire assieme al titolare, eventuali ammanchi di oggetti o denaro.

MUSCELLA ALESSANDRO-2Il coup de theatre non era ancora arrivato e si è disvelato in quel preciso istante: nel giardino della villetta, infatti, quattro barattoli di vernice erano stati impilati,  senza tuttavia contenere del liquido colorato.Tutt'altro.  All’interno, era custodito  un panetto di hashish del peso di circa un etto, al quale si sono aggiunti ulteriori 20 grammi della sostanza, suddivisa in dosi decisamente più esigue. E non è tutto.

Durante l’ispezione domiciliare, agli occhi degli investigatori non è potuta sfuggire una pistola “Walther P38”, corredata di una cinquantina di munizioni, immediatamente finite sotto sequestro assieme all’arma, del tipo utilizzato dai tedeschi durante la Seconda guerra mondiale. Il 35enne, in attesa di più dettagliate indagini,  avviate dagli uomini della compagnia di Gallipoli, è stato ristretto ai domiciliari, presso la sua abitazione, su disposizione del pm di turno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aiuto, un ladro in casa". Ma i carabinieri arrestano lui: aveva droga e un'arma

LeccePrima è in caricamento