Cronaca

Ubriaco sul treno sottrae monete e palpeggia al seno una delle minorenni: arrestato

Un 47enne di nazionalità marocchina è stato fermato dalla polizia con l'accusa di violenza sessuale e rapina: provvidenziale il tempismo nella richiesta di aiuto da parte delle ragazzine

La stazione ferroviaria di Lecce

LECCE – Un sabato pomeriggio di shopping. Un giro in città tra amiche, per un aperitivo in centro. Quel viaggio in treno, verso Lecce, si è però trasformato in incubo per quattro adolescenti e un uomo è finito in manette con l’accusa di violenza sessuale e rapina. Mostafa Mihi, un 47enne di nazionalità marocchina, già noto alle forze dell’ordine, è stato infatti arrestato per aver molestato e sottratto con prepotenza i soldi delle ragazzine.

Queste ultime, a bordo di un convoglio delle Ferrovie Sud Est, erano dirette nel capoluogo salentino. Sono state improvvisamente avvicinate dall’individuo, visibilmente ubriaco. L’uomo ha chiesto loro del denaro, per poi cercare di impossessarsi di alcune monete delle adolescenti. Ma non è tutto: avrebbe rivolto loro frasi scurrili a sfondo sessuale, palpeggiando al seno una delle quattro.

Fortunatamente, le malcapitate non si sono fatte prendere dallo sconforto. Telefonino in mano, hanno subito allertato il numero di pronto intervento. La stazione ferroviaria leccese è stata subito raggiunta dagli agenti di polizia della sezione volanti. L’individuo è stato subito fermato e identificato, per poi essere accompagnato negli uffici di viale Otranto. Al termine degli accertamenti, per lui si sono aperte le porte del carcere con l’accusa di violenza sessuale e rapina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco sul treno sottrae monete e palpeggia al seno una delle minorenni: arrestato

LeccePrima è in caricamento