Un asilo nido (@TM News/Infophoto)
Cronaca

Accesso agli asili nido "riservato ai figli dei privilegiati"

Le proteste di un padre per l'esclusione del figlio dalla graduatoria per un asilo nido, sezione classi omogenee

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

LECCE - "Il 18 maggio 2012, sono venuto a conoscenza che mio figlio, a causa del mio modesto reddito (famiglia monoreddito, ma non per questo da essere classificati come morti di fame), non può essere inserito nella scuola materna, viale Roma 2, nelle classi omogenee. Il giorno in cui abbiamo presentato l'iscrizione di nostro figlio ci e' stato chiesto espressamente se volevamo inserirlo in una classe mista (per età), o in una classe omogenea. Noi ovviamente abbiamo optato per quella omogenea parietaria, in quanto più idonea all'età del nostro bambino".

"La risposta oggi è stata che mio figlio si trova nelle ultime posizioni di una classifica da ghetto culturale, dove i poveri vengono messi in disparte, e i più fortunati figli di papà vengono messi in maniera privilegiata  in una "casta" di intoccabili. E poi mi parlate di Lecce come città di cultura, ma quale del più ricco e del più povero ma fatemi il piacere!!!"

Marcello

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accesso agli asili nido "riservato ai figli dei privilegiati"

LeccePrima è in caricamento