Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Rapinato della Mercedes, ma la polizia trova il covo dei banditi

La vittima è un professionista di Cutrofiano. Stava facendo benzina di notte presso la Camer di Parabita. Le ricerche hanno permesso di trovare nelle campagne, in un deposito, la sua auto e un'altra rubata. Ed è caccia alla banda

Foto di repertorio.

 

COLLEPASSO – Assalito alle spalle e rapinato della sua autovettura. E’ successo la notte a cavallo fra l’8 e il 9 ottobre, ai danni di un professionista di Cutrofiano. L’uomo si era fermato presso il distributore di benzina “Camer” di Parabita, per fare rifornimento al self-service, quando, all’improvviso, dal nulla, sono sbucati due malviventi, con volti coperti da passamontagna. Armati fino ai denti, con fucili spianati, si sono fatti dare le chiavi della sua Mercedes Clk. Poi, via, nella notte, a tutta velocità.

Nel giro di poche ore, però, la polizia ha fatto una scoperta molto interessante. Una sorta di deposito per veicoli rubati. Dove gli agenti hanno trovato sia la Mercedes dell’uomo, sia una Fiat Uno, rubata qualche giorno prima a Supersano. Il covo sorge nelle campagne intorno alla strada provinciale Collepasso-Maglie.

La rapina ai danni del professionista di Cutrofiano è avvenuta intorno a mezzanotte. La vittima, nonostante ancora sotto choc, è riuscita ad avvisare il commissariato di Gallipoli, che ha diramato le ricerche in tutta la provincia, non senza, ovviamente, inviare sul posto una volante.

Le indagini, condotte coinvolgendo anche i commissariati di Galatina e Taurisano, hanno permesso di rintracciare la base logistica dove, quella che si suppone essere una vera e propria banda di ladri e rapinatori seriali, celava le auto rubate, usate quasi certamente per assaltare attività commerciali. Questo perché, oltre alle auto, c’erano anche un registratore di cassa, vari arnesi da scasso, passamontagna, guanti e altri oggetti.

Le autovetture, una volta sottoposte a controllo specialistico della polizia scientifica per la rilevazione delle impronte, sono state restituite ai legittimi proprietari. Sono tuttora in corso le indagini per cercare di identificare la banda, forse la stessa che, di recente, ha compiuto altre rapine nel basso Salento, terrorizzando commercianti e avventori di esercizi pubblici.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinato della Mercedes, ma la polizia trova il covo dei banditi

LeccePrima è in caricamento