Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Assalti in tangenziale, presi di mira due distributori

Ladri scatenati di notte sulla tangenziale Est, con un furto tentato per almeno tre volte ed un secondo riuscito a metà: un ladro inseguito nei campi dalla vigilanza ha buttato parte del bottino

Vetri lasciati per terra dopo lo sfondamento di un finestrino.

LECCE - Notte di assalti ai distributori, ma questa volta ad entrare in azione non è la banda delle slot-machine, con il greve metodo delle pietre lanciate contro le vetrate, quanto professionisti con sistemi più raffinati. Lo dice la dinamica stessa di almeno uno dei due tentativi, presso il distributore Esso della tangenziale Est. Qui, i ladri hanno tentato di sabotare l'impianto d'allarme con sistemi di offuscamento delle radio frequenze. Un metodo piuttosto in voga nel barese e impiegato di recente anche in provincia di Lecce, in particolare (per quanto giunto alle cronache) nel furto perpetrato ai danni del SuperMac di Sannicola.

Il primo allarme è scattato alle 23,20, ed ha raggiunto la centrale operativa dell'istituto La Vigilanza. Sono scattate sul posto due autopattuglie. Il controllo non ha portato a particolari scoperte. Probabilmente i malviventi si erano nascosti nelle vicinanze, tanto che un quarto d'ora dopo mezzanotte, ecco il secondo tentativo di effrazione, sempre con lo stesso metodo. Nuovo intervento di una pattuglia della vigilanza, e ancora tutto in regola, dopo l'ispezione. Ma la nottata non era che all'inizio, tanto che dieci minuti prima dell'una, ecco che s'è registrata la terza prova di manomissione del sistema, e questa volta, oltre al segnale verso la centrale operativa, è scattato anche il sistema d'allarme interno al distributore.

Sul posto sono volate due pattuglie e si è deciso di avvisare il proprietario dei continui tentativi in atto. Stabilita l'urgenza di presidiare il posto fino al mattino, i ladri, evidentemente, hanno battuto in ritirata, ma non per questo avrebbero desistito nel loro intento. Piuttosto - se si tratta sempre delle stesse persone -, potrebbero aver cambiato rotta, ed essere quelli che alle 3,15, si sono concentrati su un altro distributore della tangenziale, della Erg, in direzione opposta.


Ma anche in questo caso, è arrivata segnalazione alla centrale operativa dell'istituto di vigilanza, ed un pattuglia sarebbe riuscita a scorgere la sagoma di un ladro, visto scappare attraverso le campagne, mentre disseminava sul terreno parte della refurtiva (stecche di sigarette, ma anche anche il cassetto del registratore), tenendo giusto il bagaglio leggero, vale a dire diversi "gratta e vinci" (inutilizzabili, però, quando verrà bloccato il codice) e riuscendo comunque a far perdere le tracce, avvolto dal buio della notte e aiutato dalla fitta vegetazione. Sul posto sono sopraggiunte due pattuglie della sezione volante della polizia e, per i rilievi, la scientifica. I ladri, secodo quanto rilevato9, per entrare avrebbero forzato un finestrino. Sono stati acquisiti i filmati a circuito chiuso delle telecamere di sorveglianza. Si spera che alcuni fotogrammi possano essere di aiuto per identificare i malviventi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalti in tangenziale, presi di mira due distributori

LeccePrima è in caricamento