Assalto armato al portavalori. Puntano fucili e via con 70mila euro, poi incendiano Lybra

Volti coperti e fucili in mano, una banda ha costretto i vigilanti dell'istituto Cosmopol ad abbandonare la Fiat Panda, sulla quale trasportavano un'ingente somma di denaro. Hanno arraffato i soldi e sono scappati: prima di dileguarsi a bordo di un'auto di colore bianco, hanno incendiato la Lybra utilizzata per la rapina

STERNATIA – Assalto armato a un mezzo dell’istituto di vigilanza Cosmopol. L’episodio è avvenuto in mattinata, intorno alle 8, da parte di due individui, entrambi con il volto travisato e armati di fucili. Hanno bloccato, una Fiat Panda, il veicolo sul tratto stradale che collega la statale 16 al comune di  Sternatia e hanno costretto le guardie giurate a cedere il denaro che stavano trasportando: si tratta di una somma di circa 70mila euro.  I malviventi hanno costretto i vigilanti ad abbandonare l'abitacolo, quando erano ormai alle porte del borgo griko.

Dopo il maxi colpo, i rapinatori hanno abbandonato la Lancia Lybra  utilizzata per l’episodio, e l’hanno data alle fiamme poco distante: loro, invece, sarebbero scappati a bordo di un’altra vettura, probabilmente guidata da un terzo complice, di colore bianco. Sul luogo della rapina, agenti della sezione volanti e stradale, volontari della protezione civile di Soleto, i carabinieri e i colleghi della sezione scientifica: sono stati allestiti posti di blocco lungo l’arteria stradale e nei principali punti di passaggio della zona. Le ricerche dei componenti della banda sono effettuate, in queste ore, anche con l'ausilio di un elicottero che sta perlustrando il cielo del Salento.

Gli inquirenti, durante il sopralluogo all'interno del mezzo dato alle fiamme - poi spente dai vigili del fuoco del comando provinciale, hanno rinvenuto del materiale che ha confermato l'accurata pianificazione del colpo da parte dei malviventi. Nell'abitacolo, infatti, gli agenti di polizia delle volanti hanno trovato due lastre metalliche, posizionate tra il sedile e lo sportello del lato passeggero: si presume siano state lasciate lì come protezione di un possibile conflitto a fuoco.

L'aspetto che alimenta più di una riflessione, nell'ambito di questa vicenda,  risiede in uno dei commenti pubblicati dalla nostra redazione nella giornata di ieri, relativamente a un maxi furto di veicoli, poi abbandonati dal malviventi scappati a bordo di una Lancia K. Un lettore, non a caso col nickname "Vigilante", ha lanciato un avvertimento vaticinante: "Attenzione ai colleghi con i furgoni porta valori". Del resto, la zona a ridosso della strada statale 16 non è nuova al fenomeno. Tra gli assalti più eclatanti, poco distante, resta quello accaduto nei primi giorni di gennaio di due anni addietro: all'alba i malviventi, all'altezza dello svincolo per Galugnano e San Donato di Lecce, presero di mira un blindato dell'agenzia di sicurezza Sveviapol, a colpi di kalashnikov, dopo aver bloccato l'arteria stradale con due mezzi incendiati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Coronavirus: 50 nuovi in Puglia, 6 in provincia di Lecce. E un positivo al voto a Nardò

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento