In tre fanno esplodere il bancomat e via con i contanti: il secondo colpo in pochi giorni

E' accaduto nella notte, ai danni della banca di Sternatia. Sono state avviate immediate indagini, per chiarire se vi siano analogie con l'episodio di Botrugno, avvenuto sabato scorso

I rilievi nella banca colpita nella notte

STERNATIA – La banda del bancomat ancora in circolazione e sempre più determinata: nella notte, con l’ennesima esplosione, sventrato l’ennesimo sportello automatico. E’ accaduto a Sternatia, intorno alle 2,30, dove tre individui hanno preso di mira il deposito di contanti installato dalla filiale di Banca Apulia, in via EIMG_5126-2-2ugenio Perrone. I malviventi, immortalati dalle videocamere di sorveglianza nonostante le coperture strategiche composte da passamontagna e cappucci, hanno agito nel cuore della notte, facendo ricorso alla cosiddetta “tecnica della marmotta”, la stessa utilizzata per il colpo perpetrato nella banca di Botrugno.

A confermarlo, durante il sopralluogo, le due "marmotte" rinvenute dagli investigatori: si tratta di speciali arnesi, a forma di paletta, ma pieni di polvere da sparo. Con quegli oggetti vengono agganciati gli infissi, a mo' di piede di porco, e si provoca una piccola deflagrazione che apre varchi. Una volta all'interno dell'intercapedine che custodisce il forziere, i tre ladri lo hanno ripulito: il bottino si aggira attorno ai 10mila euro. Sono poi fuggiti per le vie adiacenti, ma non è escluso che a breve si possa risalire alla loro identità.IMG_5125-2-2

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Maglie, guidati dal capitano Luigi Scalingi, sopraggiunti per rilievi e indagini, stanno ora cercando di risalire al modus operandi della banda, certi che possa trattarsi degli stessi responsabili dei colpi degli ultimi giorni, riusciti e tentati a Matino, Martano e, appena sabato scorso, a Botrugno. Quest'ultimo, in particolare, vanta troppe analogie perchè si tratti di coincidenze: il numero dei partecipanti al colpo, la tecnica del furto e la vicinanza fra i due comuni non lascia più spazio ai dubbi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento