Cronaca

Assegnazione di un alloggio popolare a Trepuzzi, indagati sindaco e due dirigenti

La vicenda risale al maggio 2017. Secondo l'accusa, l'immobile fu concesso a una donna (anche questa indagata) che non ne avrebbe avuto diritto. Fissato per mercoledì l'interrogatorio di Taurino con il pubblico ministero

TREPUZZI - Sono quattro gli indagati nell’inchiesta sui presunti illeciti commessi nell’assegnazione di un alloggio popolare a Trepuzzi: il sindaco Giuseppe Taurino, 54 anni, la responsabile dell’ufficio tecnico (fino al 2 luglio 2017), Anna Maria Bianco, di 56, il suo successore, l’ex assessore e attuale dirigente del settore urbanistica e Igiene urbana Giancarlo Florio, di 44, e la beneficiaria dell’immobile.

Ci sono i loro nomi nell’invito a sostenere un interrogatorio che porta la firma del pubblico ministero Paola Guglielmi, al quale è stato assegnato il fascicolo di cui era titolare il collega Emilio Arnesano arrestato lo scorso 6 dicembre per corruzione in atti giudiziari. Proprio di questa vicenda, oltretutto, si fa riferimento nell’ordinanza di custodia cautelare emessa nei riguardi del magistrato salentino, accusato, tra le altre cose, di aver svelato informazioni sulle indagini relative a Taurino ancora coperte da segreto, parlando al telefono con un’amica.

La vicenda risale al maggio del 2017. Stando al quadro accusatorio, la donna avrebbe partecipato al bando per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica pur non avendo i requisiti, ma attraverso una serie di espedienti, come la procedura di sgombero (anche questa ritenuta illegittima) dall’appartamento dove risiedeva, sarebbe riuscita a ottenere il primo posto in graduatoria. Su questo verterà l’interrogatorio di Taurino che si terrà mercoledì con il pm Guglielmi, alla presenza dell’avvocato difensore Cosimo Rampino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assegnazione di un alloggio popolare a Trepuzzi, indagati sindaco e due dirigenti

LeccePrima è in caricamento