rotate-mobile
Cronaca

Timbravano il badge, poi si allontanavano, concessa la messa alla prova per 24 dipendenti dell'ufficio scolastico

La richiesta è stata accolta dalla giudice che ha fissato al 14 gennaio l'udienza per valutare i percorsi. Se l'esito sarà favorevole, gli imputati otterranno l'estinzione del reato. Nella stessa data, si discuterà il processo abbreviato ottenuto da altre quattro persone. I fatti, tra febbraio e marzo del 2020, nella sede di via Cicolella, a Lecce

Seguiranno un programma di lavori di pubblica utilità o volontariato, della durata tra i tre e i quattro mesi, i 24 dipendenti dell’Ufficio Provinciale Scolastico di Lecce, in via Cicolella, accusati di truffa, per essersi assentati dal posto di lavoro per sbrigare faccende personali come prendere un caffè o recarsi al supermarket.

Nelle scorse ore, la giudice del tribunale di Lecce Anna Paola Capano ha accolto la richiesta di messa alla prova formulata dagli imputati fissando al 14 gennaio l’udienza per valutare i rispettivi percorsi. In caso di esito positivo, la sentenza sarà di non luogo a procedere per estinzione del reato.

In quella stessa data si discuterà il processo col rito abbreviato chiesto e ottenuto da altre quattro persone coinvolte nell’inchiesta coordinata dalla sostituta procuratrice Maria Consolata Moschettini.

Le violazioni sarebbero state riscontrate, nel periodo tra febbraio e marzo del 2020, attraverso la visione delle telecamere di videosorveglianza che avrebbero immortalato gli impiegati nelle vicinanze della sede del Provveditorato, mentre erano al bar o al supermercato, ma risultavano presenti in ufficio. In sostanza, gli imputati non avrebbero comunicato i momenti di assenza, attraverso il passaggio del badge in uscita, appropriandosi così di somme di denaro non dovute che in alcuni casi riguardano un totale di neppure 5 euro (corrispondente alla retribuzione per circa 20 minuti di assenza dal servizio), in quelli più “gravi” di quasi 200 euro.

Fanno parte del collegio difensivo, gli avvocati: Marco Pezzuto, Francesco Calabro, Chiara Fanigliulo, Fabio Ruberto, Francesca Conte, Giovanni Bellisario, Viola Messa, Giuseppe Rosafio, Andrea Capone, Alessandra Pinto, Donata Perrone, Americo Barba.

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Timbravano il badge, poi si allontanavano, concessa la messa alla prova per 24 dipendenti dell'ufficio scolastico

LeccePrima è in caricamento