Cronaca

Accusato di aver installato un Gps sull’auto della ex: assolto il 47enne

L’uomo, arrestato nel mese di ottobre del 2015, è stato scagionato con formula piena a febbraio: la sentenza è passata in giudicato a maggio di quest’anno

L'interno di un'aula del tribunale

SANARICA – E’ stato assolto con formula piena, con una sentenza passata in giudicato, Giampiero Giustiziero, il 47enne di Sanarica, arrestato nel mese di ottobre del 2015 con l’accusa di reati persecutori nei confronti della ex moglie. La misura cautelare, eseguita dai carabinieri della compagnia magliese, ed emessa dal Tribunale di Lecce, era stata disposta come aggravamento di un altro provvedimento rispetto a quello, iniziale, del divieto di avvicinamento.

Ma alla luce dei riscontri investigativi, e la vicenda giudiziaria su è ribaltata e il 47enne è stato assolto. Al momento dell’aggravamento della misura, l’uomo  era stato accusato di aver installato un Gps sull’auto della ex, per spiarne i movimenti. Di quel dispositivo, però, non vi è traccia all’interno della vicenda. Nè si tratterebbe di un elemento passato al vaglio della magistratura durante  il processo.

 E’ quanto ha fatto sapere l’avvocato del Foro di Lecce che ha difeso il 47enne. Il legale ha  infatti aggiunto come la sentenza di assoluzione sia stata emessa nel febbraio di quest’anno, per poi passare in giudicato il 12 maggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accusato di aver installato un Gps sull’auto della ex: assolto il 47enne

LeccePrima è in caricamento