rotate-mobile
Cronaca Otranto

Ato Lecce 2, in ventuno comuni parte la raccolta monomateriale

Al via la nuova esperienza di igiene urbana: domani, nel castello di Otranto, la Lombardi Ecologia società affidataria del servizio organizza un convegno sul tema “Raccolta differenziata. Costi e benefici: esperienze a confronto”

OTRANTO -  Differenziata, al via la raccolta monomateriale in ventuno comuni dell’Ato Lecce 2. Si terrà domani, alle ore 9.30, nella suggestiva scenografia del castello aragonese di Otranto, il convegno di presentazione del progetto di raccolta monomateriale: “L’importanza della raccolta differenziata. Costi e benefici: esperienze a confronto”.

L’iniziativa è organizzata dalla Lombardi Ecologia, società affidataria del servizio di igiene urbana e coinvolge l’Ato Lecce/2 e i Comuni di Andrano, Botrugno, Castro, Cutrofiano, Diso, Giuggianello, Giurdignano, Minervino di Lecce, Muro Leccese, Nociglia, Ortelle, Otranto, Poggiardo, Sanarica, Cassiano, Santa Cesarea Terme, Scorrano, Spongano, Supersano, Surano, Uggiano La Chiesa. All’iniziativa parteciperanno sindaci, assessori e tecnici comunali al fine di avviare le strategie necessarie per il raggiungimento degli obiettivi della raccolta differenziata.

Spazio all’innovazione, in quanto il nuovo metodo di selezione introdurrà una grande novità nella raccolta dei rifiuti: la realizzazione del servizio di raccolta differenziata monomateriale con il metodo porta a porta. La carta, il cartone, il vetro, la plastica e i metalli verranno raccolti a domicilio. Tra i vantaggi, un aumento della percentuale di raccolta.

Il nuovo servizio ha come scopo primario quello di ottimizzare la scelta della differenziata, al fine di ottenere un aumento di raccolta (dal 25% attuale fino ad un valore sensibile del 35%), rendendo ogni Comune più ecologico e vivibile assolvendo al fondamentale impegno di riuscire a sensibilizzare ogni cittadino al rispetto delle regole dell’ambiente, dei consumi e delle materie riciclabili.

“La raccolta monomateriale porta a porta - spiega Rocco Lombardi, amministratore della società affidataria - è un progetto ambizioso. L’obiettivo è duplice: ottimizzare l'organizzazione del servizio e adeguarsi alle indicazioni nazionali. Cioè riciclare  e recuperare”.

“Con l’avvio del nuovo sistema per la riduzione dei rifiuti alla fonte – aggiunge Magda Lisi, responsabile del progetto monomateriale -  si è prevista, inoltre, la promozione del compostaggio domestico. La  formazione di compost di qualità a partire dai rifiuti organici è un metodo di valorizzazione dei materiali organici di scarto a livello di singoli nuclei familiari”.

“Nell’ambito del sistema integrato di gestione dei rifiuti urbani – prosegue - il contributo del compostaggio domestico é fondamentale in quanto, prevedendo un recupero diretto di materiali organici di scarto all'interno dell’economia familiare, esso intercetta materiali valorizzabili prima ancora della loro consegna al sistema di raccolta, sottraendoli al computo complessivo dei rifiuti”.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ato Lecce 2, in ventuno comuni parte la raccolta monomateriale

LeccePrima è in caricamento