Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca Via dello Scoglio, 9

Distrutta casa al mare del sindacalista dei metalmeccanici: "L'attentato non mi fermerà"

Un incendio, scoppiato nella tarda serata di ieri, ha gravemente danneggiato l'abitazione di Fernando Vergine, coordinatore nazionale della Cisal. Si è rischiata l'esplosione dell'appartamento, a Casalabate, utilizzato da 42 anni dalla famiglia della vittima per le vacanze estive. Indagano i carabinieri

Il sindacalista davanti all'abitazione distrutta

CASALABATE (Squinzano) – E’ addolorato per quei 42 anni di ricordi cancellati con un colpo di spugna, ma non per questo rinuncerà alle sue battaglie. L’attentato che nella tarda serata di ieri ha distrutto la casa del sindacalista Fernando Vergine, 42enne di Squinzano, sposato, non lo fermerà. L’abitazione usata per la villeggiatura estiva, al civico 9 di via dello Scoglio, a Casalabate, è stata infatti completamente sventrata da un incendio appiccato intorno alle 21.

Uno o più individui hanno, in realtà, provato a far esplodere l’immobile, prelevando la bombola della cucina, poi piazzata nel corridoio. Probabilmente la porta d'ingresso è stata chiusa, perché si saturasse l'ambiente. Una tragedia, fortunatamente solo sfiorata, che è stata scongiurata dall’arrivo dei pompieri.  Le conseguenze sarebbero state ancora peggiori se si considera che, in zona, vi sono alcune famiglie residenti nella marina di Squinzano anche nel periodo invernale.

A scorgere le dense colonne di fumo e le lingue di fuoco, alcuni conoscenti dell’uomo, che passavano nei pressi della via. Si sono accorti dell’accaduto, e hanno allertato il proprietario di casa. Quest’ultimo si è rivolto ai vigili del fuoco del comando provinciale, sopraggiunti a breve per un intervento che si è protratto per oltre due ore. Si è salvato il cucinino, vano più lontano dal punto in cui è stata sistemata la bombola, il resto è rimasto completamente incenerito.

All’interno dell’appartamento, non si è salvato nulla. I muri sono anneriti, i mobili ormai inesistenti. Attorno, solo frammenti di suppellettili oramai resi irriconoscibili. Oggetti deformati dalle fiamme. Discorso analogo per gli stessi infissi e la porta, consumati dal rogo. Gli unici ad essere stati risparmiati sono quelli esterni. Una recinzione in alluminio che non è stata, almeno quella, intaccata. Ingenti i danni, per decine e decine di migliaia di euro. Saranno i tecnici a verificare le condizioni strutturale della casa, ma il solaio è apparso già pericolante.

casalab2-3Sul posto sono giunti anche i carabinieri della stazione di Squinzano, assieme ai colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Campi Salentina, i quali hanno raccolto le dichiarazioni della vittima delle minacce, per avviare le indagini e sperare di stringere il cerchio attorno alle responsabilità.

Vergine, come detto, non demorde. Anzi. Ha dichiarato di non aver mai ricevuto minacce  o altre forme di intimidazione. Semmai, piccoli furti di poco conto. "Ma sono numerosi in una marina trascurata e abbandonata a se stessa, come quella di Casalabate", ha denunciato. Certo è che la sua è una posizione scomoda per tanti. Sono numerose le vertenze che il coordinatore nazionale della Cisal ha seguito e sta seguendo, per tutelare i diritti dei metalmeccanici. Tra queste, per citarne alcune, quelle relative alle vicende Ex Bat, o quelle dello stabilimento Omfesa di Trepuzzi. La pista professionale come causa scatenante del livore di qualcuno si pone dunque come la più accreditata.

E propria dalla Cisal giungono le prime attestazioni di solidarietà. Vito Perrone, responsabile perovinciale, e Pietro Venneri, segretario regionale, invitano la classe dirigente a non abbassare la guardia, ad adottare tutte le misure possibile per scongiurare il conflitto sul territorio. La rabbia dei lavoratori è pane quotidiano per i sindacalisti: "Non ho nessun elemento concreto in mano - ha dichiarato Perrone -, ma sono tangibili le tensioni sociali, a partire dalla mancata ricollocazione nella questione dell'ex Bat".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distrutta casa al mare del sindacalista dei metalmeccanici: "L'attentato non mi fermerà"

LeccePrima è in caricamento