menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Attività nel mirino a Lecce: c’è chi ruba cibo e chi spacca le vetrine dei negozi

Denunciati per furto un 25enne leccese che si era appropriato di merce per circa 18 euro dall’Eurospin di via Lodi e un 28enne bengalese per danneggiamento aggravato

LECCE - C’è chi a Lecce fa la spesa gratis, chi sfascia le vetrine dei negozi. Qualunque sia la ragione che ha spinto due giovani a commettere gesti simili non li ha risparmiati da una multa e da una denuncia all’autorità giudiziaria.  

E’ questo l’esito di due episodi che si sono verificati ieri a Lecce. Il primo ieri mattina a Lecce, nell’Eurospin di via Lodi. Qui, un 25enne leccese, noto per i suoi trascorsi giudiziari, è stato fermato dagli agenti delle volanti intervenuti, su richiesta del personale addetto alla sicurezza che lo aveva pizzicato mentre prelevava dagli scaffali generi alimentari e li nascondeva nei pantaloni e sotto la maglietta.

libreria 1-2E’ stato poi accertato che il valore della merce asportata era di poco più di 18 euro. Il cliente manolesta è stato così contravvenzionato per aver violato le prescrizioni Covid-19 e deferito per furto.

Nel corso del pomeriggio, intorno alle ore 16, gli agenti sono riusciti a rintracciare l’individuo che si era scagliato con un mattone contro due macchine, una Alfa Romeo 147 e una Volkwagen Tiguan, parcheggiate in via Trinchese, nel centro della città, e la vetrina di alcuni esercizi commerciali Liu-Jo, Rifle e la Libreria Palmieri, collocati sulla stessa via.  Si tratta di un cittadino bengalese M.P. 28enne,  già noto, che ora dovrà rispondere dell’accusa di danneggiamento aggravato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento