Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca

Università islamica, firmato atto costitutivo. Una grande sede nei pressi di Ecotekne

Sabato mattina saranno illustrati alla stampa i particolari logistici e organizzativi del progetto che ha diviso la città in due fazioni, favorevoli e contrari. L'area individuata per il centro accademico è di circa nove ettari, già tipizzata per la destinazione

LECCE – L’annuncio è arrivato via Facebook, i dettagli saranno illustrati domani in conferenza stampa. Intanto, riferisce Giampiero Khaled Paladini sulla sua pagina, nel pomeriggio di oggi è stato firmato presso uno studio notarile l’atto costitutivo della Fondazione Università islamica di Lecce: esce dunque di scena la Confederazione delle imprese del Mediterraneo, di cui Paladini è presidente, e che è stata la testa d'ariete di questa operazione, per lasciare definitivamente il posto alla fondazione che d'ora in avanti si occuperà di realizzare il progetto. 

Per vederlo realizzato i tempi sono lunghi, quelli necessari all'accreditamento presso il ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca. Intanto però è stato costituito il comitato scientifico che ha una composizione più o meno paritaria tra docenti di fede musulmana e accademici di altra religione, tra cui esponenti dell'Università del Salento e non solo. Appena possibile, ha dichiarato Paladini, potranno partire percorsi di formazione d'eccellenza, progetti di ricerca e gli insegnamenti di quelle materie, come Storia delle religioni o Teologia che fanno già parte dell'ordinamento italiano.

Sulla vicenda, da quando i propositi dell’imprenditore salentino convertitosi alla dottrina del profeta Maometto sono diventati di pubblico dominio, si è aperto un ampio dibattito in città. L’amministrazione comunale del capoluogo ha da subito manifestato scetticismo e infine contrarietà, ma Paladini è andato avanti per la sua strada. E se l’operazione di acquisto della ex manifattura tabacchi di via Birago è rimasta sulla carta dopo qualche incontro preliminare, è invece andata a buon fine quella di un lotto nei pressi del campus di Ecotekne, tra Lecce e Monteroni: un'area di circa 9 ettari già destinata a servizi per l'università.

Per il momento l’università avrà sede in via Matteotti, ironia della sorte a una manciata di metri da Palazzo Carafa. Nei mesi scorsi l’imprenditore, nonostante la posizione del Comune di Lecce, ha incontrato sia l’arcivescovo di Lecce, Domenico D’Ambrosio, che il rettore dell’Università del Salento, Vincenzo Zara. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università islamica, firmato atto costitutivo. Una grande sede nei pressi di Ecotekne

LeccePrima è in caricamento