Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca Via Alcide De Gasperi

Appiccano l’incendio allo studio dell’assessore. Subì un'aggressione già nel 2009

Alcuni individui, all'alba, hanno dato alle fiamme la porta d'ingresso dello studio di Luigi Capone, ex sindaco del Comune di Lizzanello. L'architetto era stato vittima di un altro episodio quattro anni addietro quando i malviventi, incappucciati, lo colpirono brutalmente

Lo studio colpito dalle fiamme


LIZZANELLO – E’ mistero sull’episodio accaduto all’alba ai danni dell’assessore all’Urbanistica ed ex primo cittadino di Lizzanello, Luigi Capone, architetto che, proprio oggi, compie 55 anni. Alcuni individui, poco dopo le cinque di questa mattina, utilizzando un paio di cartoni - piazzati sotto l’uscio dello studio del professionista, al civico 36 di via Alcide De Gasperi, nel centro del piccolo comune – hanno appiccato un incendio, aiutandosi con un ramoscello divelto da un albero.

Trattandosi di una porta d’ingresso  piuttosto usurata, le fiamme sono attecchite con facilità e hanno preso il sopravvento annerendo la parte inferiore in legno, senza arrecare danni alle autovetture parcheggiate nelle vicinanze, né alle altre abitazioni. Le indagini sull’accaduto sono nelle mani dei carabinieri della stazione locale i quali, assieme ai colleghi della compagnia di Lecce, raccoglieranno gli elementi utili alla ricostruzione di quanto accaduto, stabilendo se si sia trattato di un atto vandalico riconducibile all’attività politica o lavorativa del professionista o, se si tratti piuttosto di dissidi di natura personale degenerati in un simile avvertimento.foto-103-12

All’esterno dello studio del 55enne, i militari dell’Arma hanno notato la presenza delle telecamere, installate dallo stesso esponente politico, eletto nuovamente in una lista civica nel 2011. I nastri, tuttavia, non saranno visionabili dal momento che il sistema di videosorveglianza risulta fuori uso. Determinanti saranno le dichiarazioni dello stesso architetto, il quale sarà ascoltato dagli inquirenti nel corso delle prossime ore, per tentare di chiarire se vi siano connessioni tra l’episodio di questa mattina, e quello avvenuto il 6 novembre di quattro anni addietro.

In quel pomeriggio alla fine del 2009, infatti, Capone subì un’aggressione mentre si trovava all'interno del suo ufficio. In quell’occasione, alcuni malviventi, con il volto coperto da passamontagna, fecero irruzione al primo piano dello stabile, colpendo l’assessore più volte, utilizzando persino  un oggetto contundente. Alcuni passanti notarono due individui incappucciati uscire dal portone e tentarono, invano, un inseguimento. L'ex sindaco fu accompagnato presso l'ospedale di Lecce e se la cavò con alcune, lievi,  escoriazioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appiccano l’incendio allo studio dell’assessore. Subì un'aggressione già nel 2009

LeccePrima è in caricamento