menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Atto vandalico, o tentativo di furto, nella sede culturale del Fondo Verri

Porta danneggiata e vetri in frantumi presso la sede dell’associazione di via Santa Maria del Paradiso. Attestazioni di solidarietà a Mauro Marino e ai soci

LECCE - Più che un semplice atto vandalico o tentativo maldestro di furto, può essere derubricato come un raccapricciante oltraggio all’avamposto della cultura cittadina. Questa mattina i responsabili dell’associazione culturale Fondo Verri, Mauro Marino e Piero Rapanà, si sono ritrovati dinnanzi ad una brutta sorpresa: qualcuno durante la notte ha tentato di forzare l’ingresso della sede del centro culturale che si trova in via Santa Maria del Paradiso, nel centro di Lecce, racchiusa da porta Rudiae.

Se all’origine del gesto ci sia stata solo la volontà di danneggiare la sede da parte di balordi o un tentativo di effrazione finalizzato ad introdursi nell’immobile per rovistare o rubare qualcosa non è ancora chiaro, ma è noto che nella sede del Fondo Verri la vera ricchezza custodita è soprattutto quella umana e culturale. Sta di fatto che comunque che la bravata ha prodotto solo alcuni danni alla porta d’ingresso ed ha scheggiato e mandato in frantumi solo una vetrata. Da quando la sede del Fondo Verri è operativa, ormai da 27 anni, non si erano mai verificati atti vandalici o tentativi di furto.

Da più parti, questa mattina, sono stati indirizzati messaggi di solidarietà e vicinanza ai rappresentanti e ai soci del Fondo Verri per l’atto subito. Molte le attestazioni da parte del mondo della cultura, tra cui quelle dei Cantieri Teatrali Koreja e della segreteria del movimento Civica con Gianfranco Galluccio.       

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento