Truffe agli anziani, fenomeno in crescita: decine di denunce in poche settimane

Nonostante le campagne di sensibilizzazione da parte delle forze dell'ordine, il numero degli episodi in città aumenta pericolosamente

Foto di repertorio

LECCE – Nessuna tregua agli anziani. Nel corso degli ultimi giorni, infatti, sono state sporte presso gli uffici della questura leccese diverse denunce per truffa. Il raggiro in voga ultimamente riguarda finte promozioni da parte di compagnie telefoniche. In alcuni casi, soprattutto nel centro di Lecce, malviventi si sono presentati alle abitazioni dei malcapitati, offrendo prezzi agevolati e cambi piani tariffari. Il tutto, ovviamente, in una cornice menzognera.

Il cambio  di contratto non avverrà mai ma loro, intanto, avranno intascato i soldi delle vittime. In poche occasioni i malcapitati segnalano gli episodi alle forze dell’ordine, certi di aver concluso un buon affare. Ma non sempre si è preparati all'effetto "sopresa". Un’altra delle modalità collaudate dei truffatori, infatti, è quella del finto incidente. Chiamano, o si presentano direttamente a casa dei vecchietti. Si spacciano per gli avvocati incaricati dai figli delle anziane vittime, finiti  di volta in volta “in carcere”, altre  in “caserma”, o addirittura “in ospedale” a causa di sinistri stradali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per tirarli fuori dai guai, il finto legale chiederà somme in denaro all’anziana vittima e questa, in preda all’ansia, tende a cedere. Di casi analoghi, di recente, se ne sono verificati davvero tanti. In città ormai non si contano più. E a questi vanno anche sommati tutti gli altri nei quali i malviventi si spacciano per medici o dipendenti della Asl, idi Poste italiane, o delle società di luce e gas. Polizia di Stato e Arma dei carabinieri, nelle ultime settimane, hanno diffuso vademecum, filmati e avviato campagne di sensibilizzazione per tutelare quelle fasce deboli della cittadinanza. Di rado, infatti, gli autori di simili gesti vengono scoperti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • “Vai a casa mia e sposta tutto”. Ma vedono il messaggio e trovano la droga

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento