Torna in libertà il 19enne accusato di aver molestato una studentessa straniera

Il gip non ha convalidato l'arresto per la mancanza della flagranza di reato e disposto l'obbligo di dimora

LECCE - E' tornato in libertà Lamine Gueye, il 19enne senegalese fermato mercoledì notte dagli agenti di polizia con l'accusa di violenza sessuale nei confronti di una studentessa svedese. Il gip non ha convalidato l'arresto sulla base della mancanza della flagranza di reato poichè, come sancito dalla Corte di Cassazione a sezioni unite nel 2016, non può essere contestata quando la polizia giudiziaria è informata del reato solo a seguito della denuncia della persona offesa. Il giudice ha comunque riconosciuto i gravi indizi di colpevolezza e in virtù dell'entità dei fatti contestati ha disposto la scarcerazione con l'obbligo di dimora e obbligo di rimanere a casa dalle 21 alle 7.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo quando denunciato dalla vittima, tutto sarebbe iniziato durante una serata trascorsa con gli amici nel centro storico di Lecce, dove ha conosciuto due ragazzi senegalesi. Durante il tragitto verso casa però, in via Francesco Rubichi, la ragazza straniera si è trovata improvvisamente dinanzi Lamine. Dopo averla fermata, il ragazzo le ha chiesto ospitalità per la notte, spiegandole di non avere denaro e un posto dove andare. La studentessa allarmata, gli ha spiegato che non era possibile, cercando di riprendere la strada verso la sua abitazione. A quel punto il 19enne l'avrebbe palpeggiata, allontanandosi appena la ragazza ha iniziato a urlare. La ventenne ha chiamato con il suo telefono cellulare un amico, che ha subito allertato la polizia. Sul posto, poco dopo, è giunta una Volante. Gli agenti hanno raccolto la denuncia della giovane donna e la descrizione dell'aggressore, allertando i colleghi via radio che hanno bloccato poco dopo il ragazzo, identificato anche grazie alle immagini riprese dal sistema di videosorveglianza cittadino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento