La vacanza si trasforma in una beffa, turisti napoletani truffati da un salentino

Un 44enne originario di Otranto, anche se domiciliato a Napoli, è stato denunciato dagli agenti di polizia del commissariato per truffa. i turisti hanno versato oltre cinquemila euro, ma a loro nome non vi era alcuna prenotazione

OTRANTO – Il Salento rappresenta una delle mete turistiche più ambite e, inevitabilmente, terreno per truffatori e gente in cerca di facili guadagni. A farne le spese, in questo caso, un turista napoletano che, al termine della scorsa stagione estiva, ha presentato una denuncia.

Agli agenti del commissariato di Otranto l’uomo ha riferito di aver conosciuto una persona originaria di Otranto nell’estate del 2013, che gli avrebbe prospettato la possibilità di prendere in affitto con i suoi amici, nel mese di luglio 2014, al prezzo di 750 euro (tessere club incluse), un mini appartamento all’interno di un villaggio turistico di Torre dell’Orso.

Incantato dalle bellezze del Salento, il turista napoletano già dal mese di dicembre del 2013 ha versato, anche per conto dei suoi amici, la somma di 5mila 435 euro per opzionare gli appartamenti in vista dell’estate 2014, ricevendo i voucher di prenotazione per una nota struttura di Frassanito, a pochi chilometri da Otranto. In seguito il campano ha contattato la struttura ricettiva per avere informazioni in merito alla possibilità di poter ospitare anche un cagnolino. Ecco l’amara sorpresa: il personale della struttura ricettiva negava risultasse qualsiasi prenotazioni a loro nome.

Il turista napoletano ha iniziato a incalzare l’interlocutore otrantino per riavere la somma anticipata che veniva in parte riconsegnata, per un minimo importo, mentre la rimanente non è stata mai restituita. Il turista truffato ha deciso di sporgere denuncia. Le indagini condotte dal commissariato di Otranto su delega del sostituto procuratore della Repubblica di Lecce Donatina Buffelli, hanno consentito di identificare S.P., di 44 anni, originario di Otranto, ma domiciliato a Napoli, e di denunciarlo a piede libero per truffa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Assunzioni in Sanitaservice: pubblicato il bando per 159 posti

  • "Mi sta picchiando". Viene fermato due volte poco prima dell'alba e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento