In giro con i fari posteriori spenti, nel portabagagli oltre due chili di eroina

Un circostanza che non è sfuggita ai carabinieri, che hanno fermato e perquisito l'auto. In manette è finito un 41enne albanese

LECCE – A tradirlo, come nei più classici dei polizieschi, sono state le luci posteriori non funzionanti. Un particolare che ha attirato l’attenzione dei carabinieri dell’aliquota Radiomobile di Lecce, impegnati in un servizio di controllo del territorio. Ieri sera, verso le 21, i militari hanno incrociato una Ford Focus che viaggiava sulla circonvallazione con i fari posteriori spenti.

I carabinieri hanno fermato l’auto per un controllo. Sin da subito, il conducente della Focus; Elios Faksu, 41enne albanese, ha assunto un atteggiamento insicuro. A insospettire ancor più i militari, la successiva ricerca presso la banca dati, da cui sono emersi numerosi precedenti di polizia. L’occhio attento e l’acume investigativo degli operatori, insospettiti dal non funzionamento delle luci posteriori, hanno portato a un più accurato controllo nel vano bagagliaio dell’autovettura, procedendo così a una perquisizione FASKU ELJOS.-2personale e veicolare.

All’apertura del bagagliaio, i militari si sono accorti della presenza di inconsueti pannelli non facenti parte del rivestimento interno dell’auto, e dopo aver proceduto a una più accurata ispezione, hanno notato all’interno di un’intercapedine ricavata tra la carrozzeria e il rivestimento stesso del vano portabagagli, la presenza di cinque involucri in cellophane, contenenti eroina per un peso complessivo di 2,6 chilogrammi, dal valore complessivo di circa 30mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 41enne è stato arrestato per detenzione al fine di spaccio di eroina e su disposizione del magistrato di turno, Giovanni Gagliotta, Faksu è stato trasferito nel carcere di Lecce. I militari operanti, che hanno dimostrato intuito investigativo e grande professionalità, hanno ricevuto anche il plauso del comandante provinciale dei carabinieri, che si è complimentato personalmente per il brillante risultato ottenuto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L’incredulità a Casarano: "Insospettabile, potrebbe allora accadere a chiunque”

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Omicidio di Lecce. La criminologa: “Obiettivo dell’assassino entrambi i fidanzati”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento