Cronaca

Lavoro nero negli autolavaggi. E la metà non rilascia scontrini fiscali

Ne hanno controllati ben 45 di garage, ma per 23 di questi era consuetudine non rilasciare ricevuti fiscali, con una dato di evasione che supera il 50 per cento. E' quanto accertato dalla guardia di finanza durante i controlli

 

LECCE – Ne hanno controllati ben 45 di autolavaggi, ma per 23 di questi era consuetudine non rilasciare lo scontrino fiscale, con una dato di evasione  che supera il 50 per cento.  E’ il bilancio della specifica attività di controllo svolta negli ultimi giorni in provincia di Lecce dai militari della guardia di finanza del capoluogo salentino.

Nel corso dei controlli, inoltre, sono stati individuati quattro lavoratori in nero e uno irregolare. Tutti erano occupati presso quattro dei garage controllati. E nel frattempo sono in corso ulteriori accertamenti da parte delle fiamme gialle al fine di accertare la posizione 26 lavoratori identificati durante l’operazione.

Per i titolari delle ditte utilizzatrici di lavoratori in nero, oltre all’applicazione della maxi-sanzione da 1.500 euro sino a 12mila euro, per ciascun lavoratore, è prevista la segnalazione alla competente Direzione territoriale del lavoro.

Infatti, l’articolo 14 del testo unico della sicurezza sul lavoro impone la sospensione delle attività imprenditoriali che impiegano personale non in regola in misura pari o superiore al 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo di lavoro all’atto del controllo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro nero negli autolavaggi. E la metà non rilascia scontrini fiscali

LeccePrima è in caricamento