Dramma a Tricase, autopsia sul feto: “Era morto prima del taglio cesareo”

Eseguito in mattinata l'esame disposto nell'ambito dell'inchiesta per procurato aborto che vede indagati tre medici del reparto di ginecologia del "Cardinale Panico"

Il "Vito Fazzi" di Lecce (Foto di repertorio)

LECCE - Il feto era già morto quando i medici hanno sottoposto la giovane madre, una 26enne di Tricase, al taglio cesareo nell'ospedale “Cardinale Panico” di Tricase . E' questa l'unica certezza che arriva dall'autopsia eseguita in mattinata dal medico legale Roberto Vaglio nell'ambito dell'inchiesta per procurato aborto, aperta in seguito alla denuncia del padre. L'esame al quale hanno partecipato anche due consulenti, uno nominato dalla famiglia, l'altro da uno dei tre medici indagati ha stabilito che morfologicamente il feto stava bene.

Ma bisognerà attendere sessanta giorni, quando saranno ultimati gli accertamenti medico legali disposti dal pubblico ministero Stefania Mininni, per capire quali siano state le cause del decesso avvenuto il 1 marzo. La giovane mamma si trovava ricoverata nel reparto di ginecologia dal 26 febbraio, quando le era stata riscontrata una carenza di liquido amniotico.

Dopo tre giorni, un primo tracciato aveva rilevato il battito del piccolo, ma quello successivo, eseguito in serata, non aveva riscontrato alcuna palpitazione. Per questo, e l'autopsia l'ha chiarito, i medici avevano sottoposto la gestante al taglio cesareo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica alba, podista viene travolto da un furgone: morto sul colpo

  • Ladri nell’alloggio della caserma, rubata pistola d’ordinanza con caricatore

  • Palpeggia ragazza, inseguito dal padre perde il cellulare. E viene identificato

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento