Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Autopsia non fuga le ombre sulla morte di un 49enne. Disposti nuovi esami

L’uomo, affetto da sindrome di Down, è deceduto il 21 gennaio: le sue condizioni si sono improvvisamente aggravate dopo un intervento di routine al ginocchio presso la clinica “Villa Bianca” di Lecce. Si attende ora l’esito degli esami istologici

LECCE – L’autopsia non ha sciolto i dubbi legati alla morte di Lorenzo Sabato, 49enne originario di Squinzano deceduto in circostanze sospette presso la clinica “Villa Bianca” di Lecce, lo scorso 21 gennaio. Dall’esame autoptico, eseguito dal medico legale Alberto Tortorella (come consulente di parte ha partecipato anche il collega Roberto Vaglio), non sono emersi elementi utili a stabilire la causa del decesso. Bisognerà dunque attendere gli esiti degli esami istologici per avere un quadro più chiaro della vicenda. La consulenza sarà depositata tra sessanta giorni.

Sono sei i medici, tutti in servizio presso la clinica del capoluogo salentino, iscritti nel registro degli indagati nell’ambito dell’inchiesta. Si tratta, in particolare, di due anestesisti, due ortopedici, un cardiologo e di un medico di guardia. Del procedimento è titolare il sostituto procuratore Giovanni Gagliotta.

Una tragedia, quella che ha spezzato la vita del 49enne, avvenuta nella notte tra lunedì e martedì scorso. L’uomo, affetto da sindrome di Down, era stato ricoverato presso la clinica leccese per essere sottoposto a un intervento chirurgico alla rotula, lesionata dopo una caduta avvenuta nel parcheggio di un supermercato. Un intervento di routine, che aveva comunque richiesto un’anestesia totale. Le condizioni del paziente, però, sono improvvisamente peggiorate, tanto da portare al decesso del 49enne.

Una morte improvvisa che i medici non sanno spiegarsi e su cui i familiari di Sabato, affetto come detto da sindrome di Down ma in buone condizioni di salute, hanno deciso di far luce. La denuncia, presentata ai carabinieri della stazione Lecce Santa Rosa, è arrivata magistrato di turno, che ha disposto il sequestro delle cartelle cliniche della vittima e ha aperto un fascicolo, ipotizzando il reato di omicidio colposo. I familiari di Sabato sono assistiti dall’avvocato Paolo Cantelmo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autopsia non fuga le ombre sulla morte di un 49enne. Disposti nuovi esami

LeccePrima è in caricamento