menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autotrasportatori, tolleranza zero per chi sgarra: una raffica di sanzioni

Nuovo accordo fra polizia locale e motorizzazione. Controlli da oggi sulla tangenziale. Gomme sgonfie e velocità sotto la lente

LECCE – Autotrasportatori, siete avvisati. Da oggi la vita potrebbe essere più dura per chi infrange le regole. E’ partito a Lecce, infatti, un nuovo servizio per il controllo delle strade extraurbane principali sul rispetto delle norme riguardanti il trasporto nazionale e internazionale.

Dalle 9 di questa mattina fino alle 17 , gli agenti della polizia locale hanno effettuato verifiche sui mezzi pesanti in transito sulla tangenziale. Grazie al centro mobile di controllo della Motorizzazione di Bari e del personale della Direzione generale territoriale del Sud, sono stati effettuati dieci controlli sui veicoli commerciali per il trasporto di merci. In sette casi sono state riscontrate irregolarità, con dodici infrazioni alle norme che regolano l'autotrasporto (ergo, alcuni hanno subito più contestazioni).

Tolleranza zero per chi sgarra con gli autocarri

Sei i verbali elevanti per inefficienza dell'impianto frenante, con sanzione da 85 euro e annotazione sulla carta di circolazione che intima a non superare i 45 chilometri orari, con il solo scopo di raggiungere la prima officina utile. Altri due hanno riguardato il superamento dei limiti di velocità: in entrambi i casi,  sanzione di 338 euro e decurtazione di 3 punti dalla patente di guida. Ancora, due verbali per non aver rispettato le pause nei tempi di guida: sanzione, in questo caso, di 164 euro e decurtazione di 2 punti dalla patente. Poi, una multa da 51 euro per aver omesso di inserire sul foglio del cronotachigrafo il dato finale dei chilometri percorsi sanzione e un’altra da 85 euro per non aver esposto la targa ripetitrice della motrice sul rimorchio, con sospensione del veicolo dalla circolazione per tre mesi.

Ciclomotori, anche sanzioni da salasso

Il centro mobile è stato usato anche venerdì scorso per il controllo mensile, già programmato, sui ciclomotori, in modo da verificarne la conformità alle caratteristiche tecniche omologate dalla casa di costruzione. Su 32 mezzi verificati sul banco prova velocità, in venti casi sono stati elevati verbali: cinque per aver sviluppato una velocità superiore a quella consentita (mazzata da 413 euro e fermo amministrativo per 60 giorni); due perché sprovvisti di copertura assicurativa (colpo da 849 euro e sequestro del veicolo ai fini della confisca); altri due per indicatori direzionali non funzionanti in un caso e per l'inefficienza del dispositivo silenziatore nell’altro (85 euro).

Poi, una multa da 85 euro per mancanza dello specchietto retrovisore; un’altra per circolazione con foglio rosa di un conducente minorenne in luogo frequentato (85 euro) e, dulcis in fundo, una multa ai sensi dell'articolo 74 per targhetta del costruttore illeggibile. In questo caso, la sanzione è da salasso: 2mila 674 euro. Non è mancato anche un verbale per omessa revisione periodica del ciclomotore, così come sette contestazioni per non aver esibito i documenti di guida. Nella maggior parte dei casi, alla guida dei ciclomotori sono stati fermati minorenni.

La collaborazione con la Motorizzazione

Per quanto riguarda il primo servizio, quello sugli autotrasportatori, nasce dalla collaborazione con il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, in seguito a una giornata di studio tenutasi sabato scorso presso il comando di viale Rossini con i funzionari della Motorizzazione civile in tema di autotrasporto in ambito comunitario ed extracomunitario, tachigrafo analogico e digitale e tempi di guida. Questi tipi di controlli, dunque, si aggiungeranno a quelli già programmati su ciclomotori e biciclette elettriche.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento