Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Avvocato leccese, evasore fiscale: gli onorari ai clienti? Non fatturati

La compagnia della guardia di finanza di Lecce ha concluso una verifica fiscale nei confronti di un legale, rilevando che avrebbe omesso la dichiarazione di compensi per oltre 112mila euro, evadendo l'Iva per più di 20mila euro

 

LECCE - La compagnia della guardia di finanza di Lecce ha concluso una verifica fiscale nei confronti di un avvocato del capoluogo, rilevando che il professionista avrebbe omesso la dichiarazione di compensi per oltre 112mila euro, evadendo l’Iva per più di 20mila euro.

Il primo giorno della verifica sono stati individuati e acquisiti numerosi documenti che sono stati esaminati e confrontati con i dati registrati nella contabilità formalmente istituita e tenuta dal professionista.

In particolare, sono state analizzate diverse sentenze e consultati i decreti ingiuntivi del giudice di pace del tribunale di Lecce, attraverso i quali sono stati rilevati i vari onorari disposti in favore del legale, risultati puntualmente non fatturati o fatturati in misura inferiore a quella reale.

Inoltre, sempre durante la ricerca dei documenti, è stato trovato un assegno post-datato emesso da un cliente del legale, per il quale sono scattate le sanzioni in materia di imposta di bollo.

Infine, sono stati effettuati numerosi controlli incrociati presso il tribunale di Lecce e gli uffici sinistri delle varie compagnie di assicurazione. I dati così ottenuti, confrontati con le scritture contabili del professionista, hanno consentito di ricostruire il reale volume d’affari conseguito e non dichiarato.

E’ così emerso che l’avvocato ha effettuato sia prestazioni professionali interamente “in nero”, sia consulenze legali fatturate per importi inferiori rispetto a quelli effettivamente percepiti.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvocato leccese, evasore fiscale: gli onorari ai clienti? Non fatturati

LeccePrima è in caricamento