Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Strada regionale 8: "Noi penalizzati da quell'opera che divide"

L'azienda zootecnica di Vernole ribatte alla decisione del Tar e ai pareri dei legali del Consorzio cooperative costruzioni e si dice fortemente danneggiata dall'opera stradale che, di fatto, spacca in due l'impresa

 

VERNOLE – Se da una parte il Tar ha dato ragione al Consorzio cooperative costruzioni, sbloccando di fatto i lavori della Strada regionale 8, dall’altra chi sente fortemente penalizzata per la realizzazione dell’opera che collega Lecce alle marine di Melendugno, è l'azienda zootecnica di Vernole: “Si tratta di un tronco di 15 chilometri – si legge in una nota – che costa 55 milioni di euro, 3 milioni e 665mila euro a chilometro in sostituzione di una provinciale Lecce-Melendugno che aspettava solo di essere messa in sicurezza. Ma i lavori, non solo isoleranno completamente Vernole ma taglieranno in due la proprietà dell’azienda zootecnica. Ora l’azienda – continua la nota – per fare pascolare il proprio gregge, sui terreni isolati da frazionamento, dovrà fare attraversare la provinciale, così come i mezzi agricoli e i campi rimarranno privi di irrigazione, perché anche il pozzo resterà isolato”.

“E tutto questo  - si legge ancora – viene indicato come regolare svolgimento dell’attività produttiva dai legali del Consorzio cooperative costruzioni. Si proclama l’inizio dei lavori della Strada regionale 8 che collega Lecce e Melendugno, ma stranamente si procede ai soli espropri dei terreni che ricadono nella parte centrale del tronco dell’arteria e precisamente di quelli ricadenti nel Comune di Vernole e non, come corretto sarebbe, da quelli del Comune di Lecce, da dove la Regionale prende avvio. Forse il Consorzio cooperative costruzioni deve qualche spiegazione ai salentini che amano la propria terra e ne rispettano gli equilibri.

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strada regionale 8: "Noi penalizzati da quell'opera che divide"

LeccePrima è in caricamento