menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Baci e toccatine proibite a una ragazzina, condannato un 68enne

Due gli episodi al vaglio dei giudici che hanno inflitto all’imputato tre anni e mezzo di reclusione e il risarcimento immediato di 15mila euro

LECCE - L’avrebbe baciata, accarezzata e toccata nelle zone intime contro la sua volontà. E lo avrebbe fatto in due occasioni: la prima quando lei aveva 17 anni, la seconda 19. Per questo, un parrucchiere in pensione di 68 anni, di Castrignano de' Greci, è stato condannato a tre anni e mezzo di reclusione e al risarcimento immediato di 15mila euro della presunta vittima e dei suoi genitori (parti civili al processo con l’avvocato Mario Coppola), mentre il resto del risarcimento sarà quantificato e liquidato in sede civile.

Si è espressa così nelle scorse ore la  seconda sezione penale del Tribunale di Lecce (presieduta dal giudice Pasquale Sansonetti) che ha riconosciuto l’anziano responsabile del reato contestato prima dall’inchiesta (avviata nel febbraio 2014, a seguito della denuncia della ragazza) e poi in aula dal pubblico ministero Stefania Mininni.

Il magistrato, al termine della requisitoria, aveva invocato una pena più alta a cinque anni e 4 mesi. Adesso per conoscere le motivazioni dei giudici bisognerà attendere 60 giorni e, in base a queste, la difesa (rappresentata dagli avvocati Luigi e Arcangelo Corvaglia) che, nel processo ha cercato di dimostrare l’innocenza dell’imputato anche alla luce di alcune contraddizioni nelle quali sarebbero caduti  la ragazza e i suoi genitori, valuterà il ricorso in Appello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    I benefici del caffè, una mattutina preghiera quotidiana

  • Alimentazione

    Finocchio: proprietà, controindicazioni e usi in cucina

  • Fitness

    La cyclette, il benessere a casa e in palestra

Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento