Badisco, Piconese: "Da Cariddi posizione preoccupante"

Apprezzata l'apertura sul comitato di Cariddi, ma c'è perplessità sull'idea di "demanializzazione inutile". Piconese: "Indirizzo amministrativo non sarebbe conforme alla battaglia del comitato"

Il_cartello_a_Badisco
Continua il dibattito su Porto Badisco, dopo che, nei giorni scorsi, il gruppo consiliare di opposizione di Uggiano La Chiesa aveva preannunciato l'intenzione di far nascere un comitato spontaneo a tutela del sito (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=15303). Successivamente il sindaco di Otranto, Luciano Cariddi, era intervenuto per chiarire la propria posizione in merito alla vicenda (https://www.lecceprima.it/articolo.asp?articolo=15351), aprendo sostanzialmente le porte ad una discussione sulla materia, ma specificando come fosse necessario, a suo giudizio, arrivare chiaramente ad accordi tra pubblico e privato.

E non tarda a farsi attendere una nuova replica del gruppo "Uggiano Cambia", che, attraverso il proprio responsabile, Salvatore Piconese, espone qualche perplessità in merito alle dichiarazioni del primo cittadino e sostiene: "Le ultime dichiarazioni del sindaco Cariddi, seppur incoraggianti sulla nascita del Comitato in difesa della spiaggia e sulla salvaguardia della Baia di Porto Badisco, delineano una posizione al quanto preoccupante, poiché vanno in una direzione diametralmente opposta rispetto agli obiettivi che in questi anni la Pro Loco di Porto Badisco, Legambiente e i quattro comuni, ossia Uggiano La Chiesa, Minervino di Lecce, Giurdignano e lo stessa città Otranto hanno perseguito e perseguitano per demanializzare l'area riguardante il litorale e la spiaggia di Porto Badisco".

"Le dichiarazioni del sindaco Cariddi - prosegue Piconese - rappresentano un arretramento rispetto alla battaglia in corso, anche giudiziaria, che muta decisamente l'orientamento politico-amministrativo del comune di Otranto rispetto alla ‘questione di Porto Badisco'". "A questo punto - ribadisce il capogruppo di "Uggiano Cambia" - è necessario sapere se l'idea espressa dal sindaco Cariddi che la demanializzazione dell'area rappresenti un'operazione inutile, costosa e non risolutiva dei problemi sia del tutto personale o invece sia l'opinione dell'intera amministrazione comunale idruntina. È chiaro che se tali affermazioni sono condivise dalla Maggioranza consigliare, vuol dire che siamo di fronte ad un indirizzo amministrativo del comune di Otranto che non è del tutto conforme e condivisibile dalla battaglia intrapresa da migliaia di cittadine e cittadini e dal neo Comitato in difesa della spiaggia".

Arriva la replica di Cariddi che specifica come la posizione del comune di Otranto in merito alla vicenda di Badisco non sia cambiata: "Da sempre ci battiamo - precisa il sindaco - per ottenere l'uso pubblico. Per questo posso rassicurare Piconese che mi spenderò perché sia garantito l'uso pubblico dell'area".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il primo cittadino evidenzia una differenza tecnica tra "demanializzazione" ed "uso pubblico": "Ho semplicemente fatto notare come la demanializzazione comporti maggiormente il rischio di una privatizzazione dell'area, perché la proprietà passerebbe al demanio che ne potrebbe disporre come meglio ritiene, accogliendo eventualmente anche le richieste di privati in direzione diametralmente opposta a quello che oggi perseguiamo. Per questo ritengo la demanializzazione inutile. La mia proposta, invece, tramite accordi chiari, fatti alla luce del sole, permette di salvaguardare l'uso pubblico e allo stesso tempo di fornire la spiaggia di una serie di servizi, nell'ottica di un'autentica riqualificazione dell'area".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Duplice omicidio: muoiono un uomo e una donna, ricercato l’autore

  • Muore sotto la doccia, la tragica scoperta dei genitori al rientro a casa

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Per Emiliano la riconferma alla guida della Regione: ampio vantaggio su Fitto

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento