Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Baia dei turchi, il giorno dopo la sentenza del tar

Le reazioni alla revoca della sospensiva. Il sindaco: "Ci preoccupano tutte le concessioni rilasciate dal demanio in barba ai pareri dell'amministrazione". E gli ambientalisti convoncano un'assemblea

Immagini dalla Baia

La sentenza del Tar pugliese, che ha stabilito l'illegittimità della sospensiva della concessione demaniale riguardante il sito della Baia dei Turchi, non ha lasciato indifferenti gli otrantini e gli ambientalisti. Già, ieri sera, in appendice al primo Consiglio comunale del suo mandato da sindaco, Luciano Cariddi aveva dichiarato che "a tutti sta a cuore la Baia dei Turchi. Ma personalmente mi preoccupano tutte le concessioni che, in questi anni, sono state rilasciate dal Demanio in barba ai pareri contrari dell'amministrazione comunale. La Baia dei Turchi ci è cara e faremo in modo di revocare anche tutte le altre concessioni, che non ci sono piaciute negli ultimi anni".

La palla passa a Salvatore Miggiano, assessore all'Ambiente, che dovrà impegnarsi in prima persona per far ripartire il dialogo e la mediazione con le istituzioni regionali. Ma anche la cosiddetta cittadinanza attiva non sta alla finestra: le associazioni ambientali otrantine e il sito www.ilcannocchiale.it, che da tempo racconta le alterne vicissitudini della Baia, annunciano che domenica 17 giugno, presso il Castello Aragonese di Otranto, è convocata un'assemblea, aperta a tutti, in cui saranno prospettate le future strategie di azione: un'altra occasione, per ribadire in modo chiaro la contrarietà ad una concessione, che ha spaccato l'opinione pubblica, ma che sta diventando sempre più realtà.


Si è resa necessaria, però, da parte di Lecce Prima una precisazione netta: in una lettera del 5 giugno scorso indirizzato a Il Cannocchiale, nella sezione del blog dedicata appunto alla Baia, la signora Diana De Nicola, titolare della discussa concessione, ha dichiarato testualmente che "Né un'emittente televisiva né ha una testata mi hanno mai permesso di parlare e di spiegare la mia posizione". A onor del vero, LeccePrima le ha permesso di dire la sua, in merito alla vicenda, in un'intervista, pubblicata lo scorso 16 maggio, dal titolo "Io gestore: sola contro tutti". LeccePrima, come da suo stile, ha sempre dato spazio a tutti coloro che avevano un'opinione, nel pieno rispetto della vocazione ad una cronaca imparziale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baia dei turchi, il giorno dopo la sentenza del tar

LeccePrima è in caricamento