Cronaca

Bambina di nove anni: “Mi molestava e mi ha anche proposto soldi”. Per la psicologa, è attendibile

Oggi è stato raccolto il parere dell’esperta incaricata dal gip Rizzo di svolgere la perizia sulla capacità di stare in giudizio della minorenne nell’ambito dell’inchiesta che vede indagato un ambulante del Leccese di 45 anni

LECCE - Sarebbe stata molestata in più circostanze, ricevendo anche la proposta di somme di denaro in cambio di rapporti sessuali, ma lei si sarebbe opposta e lui avrebbe usato comunque la violenza per prendersi ciò che voleva. E’ questo il racconto di una bambina di dieci anni ascoltato lo scorso marzo dal giudice per le indagini preliminari (gip) Marcello Rizzo, durante l’incidente probatorio disposto nell’inchiesta che vede sott’accusa per tentata violenza sessuale, corruzione di minorenne e violenza sessuale un ambulante del Leccese di 45 anni.

Oggi, la psicologa incaricata di valutare l’attendibilità della minorenne ha espresso parere favorevole e adesso le sue dichiarazioni potranno essere utilizzate come prova in un eventuale processo.

Al momento, le indagini, di cui è titolare il pubblico ministero Luigi Mastroniani, avviate in seguito alla denuncia sporta dai genitori (assistiti dall’avvocato Andrea Capone) sono ancora in corso e finalizzate a chiarire se è vero che l’uomo si sia reso responsabile di simili abusi.

Gli episodi sarebbero avvenuti fino al luglio dello scorso anno: in diverse occasioni, il commerciante avrebbe afferrato con forza le mani della bambina per costringerla a compiere e a subire atti sessuali, e si sarebbe denudato e masturbato davanti a lei fino a offrirle dei soldi per convincerla ad avere un rapporto intimo. Il rifiuto, però, a quest’uomo non sarebbe bastato. In una circostanza, avrebbe portato la malcapitata in una zona di campagna, lontano dal centro abitato e da occhi “indiscreti”, dove avrebbe dato sfogo ai suoi impulsi.

La malcapitata trovò poi il coraggio di confidarsi con la madre che a sua volta chiese aiuto alla magistratura.

Secondo la difesa, rappresentata dall’avvocato Paolo Maci, le accuse sono infondate. Il legale è fiducioso che riuscirà a dimostrare al momento giusto e nelle sedi opportune l’inattendibilità della minorenne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bambina di nove anni: “Mi molestava e mi ha anche proposto soldi”. Per la psicologa, è attendibile

LeccePrima è in caricamento