rotate-mobile
Cronaca Gallipoli

Rifiuti, il Comune in campo: “Ecco le ragioni della proroga alla Seta”

In una delibera firmata dal commissario Petrucci le tappe che hanno portato alla riconferma temporanea della ditta. Entro settembre la nuova gara. L'Ato2 ha garantito la messa a punto del bando entro il 15 febbraio

GALLIPOLI - Alla fine la proroga è arrivata, puntuale. E come annunciato qualche giorno addietro. Per il Consorzio Seta-Cogei c’è la possibilità di portare avanti il servizio di igiene urbana in terra gallipolina fino a quando non si procederà ad espletare la relativa gara d’appalto per un nuovo affidamento. Anche se sullo sfondo c’è anche lo spettro di 19 licenziamenti in arrivo per il personale ritenuto in esubero in pianta organica rispetto alle previsioni del capitolato originario. Per ora il Comune scende in campo per spiegare per filo e per segno le ragioni che hanno impedito di cambiare registro alla scadenza naturale del contratto con l’attuale ditta. Il tutto è enunciato in una recente delibera del commissario straordinario Vincenzo Petrucci con la quale è stata ratificata la proroga dopo la scadenza del 31 gennaio scorso. La scelta è stata motivata dall’amministrazione comunale con la necessità di assicurare il servizio senza interruzioni e senza compromettere l'igiene e la sanità pubblica. Il Comune, infatti, con una delibera dello scorso novembre dell’ex commissario Ciclosi aveva deciso di recedere dal contratto di società con la Seta, provvedendo a cedere le sue 1.600 azioni.

L’Ente, inoltre, con una nota dello scorso novembre aveva richiesto all'Ato2 di procedere con ogni urgenza ad espletare la procedura per la scelta del soggetto cui affidare la gestione dei servizi di igiene ambientale comunale per assicurare il servizio dopo la scadenza del contratto in vigore, manifestando la volontà di non prorogare l’attuale affidamento e sopratutto senza dover interrompere il servizio. Sempre negli scorsi mesi, inoltre, è risultata a lungo senza esito la richiesta avanzata all'Ato Le/2 perchè il Comune fosse delegato all'espletamento della gara per l'affidamento del servizio dopo il 31 gennaio, con l'effetto che l'onere relativo all'indizione della gara di fatto rimaneva in capo all'Ato quale soggetto competente in via ordinaria. Infatti, soltanto lo scorso 30 dicembre l'assemblea dell'Ato ha dato atto che i Comuni, anche in forma associata, possano fungere direttamente da stazione appaltante, con progetti vidimati dall'Ato o chiedendo all'Ato stesso lo svolgimento di tale funzione. Infine lo scorso 24 gennaio il Presidente dell'Ato Le/2, ha comunicato che il tecnico incaricato stava procedendo all'adeguamento del progetto definitivo relativo al servizio di igiene urbana del Comune di Gallipoli seguendo le direttive del servizio tecnico di questa Amministrazione e che lo stesso sarebbe stato posto all'attenzione del Comune nel più breve tempo possibile per procedere alla pubblicazione del bando entro il prossimo 15 febbraio.

 Per questo, considerando che i tempi tecnici indispensabili per la firma del nuovo contratto vanno individuati in 150 giorni e che tale periodo terminerebbe a stagione turistica già ampiamente iniziata e preso atto che l'Ato Lecce 2 ha avviato le procedure per giungere alla pubblicazione del bando afferente il nuovo servizio di igiene urbana del Comune di Gallipoli entro tale data, il Commissario Petrucci ha deciso, di prorogare il rapporto con la Seta per il tempo strettamente necessario all'espletamento della procedura di gara e fino alla data di individuazione del nuovo soggetto gestore e comunque non oltre il 30 settembre 2012, dando atto che la stessa dovrà prevedere la completa attuazione dell'ampliamento delle aree soggette a raccolta differenziata porta a porta in conformità con quanto precedentemente stabilito con altri atti deliberativi.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, il Comune in campo: “Ecco le ragioni della proroga alla Seta”

LeccePrima è in caricamento