Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Bar del Tribunale: ed ora sia fatta giustizia

I presidente e soci del Cral hanno chiesto al sindaco di Lecce di poter gestire il punto di ristoro della Procura leccese. Il bar è attualmente chiuso e la gestione era comunale

Chiedono una cosa molto semplice: la gestione del Bar del Tribunale. Già, perchè nel Palazzo di giustizia di Lecce, in viale De Pietro, il bar non è che sia stato mai un fiore all'occhiello di servizio. E non certo per colpa di coloro che vi lavoravano, ma perché la gestione del locale, essendo come l'edificio di proprietà comunale, ha sempre avuto un riferimento "esterno" con qualche incertezza sul suo futuro. Allora, la domanda che ieri mattina quelli del circolo "Cral Giustizia" hanno rivolto al sindaco di Lecce Adriana Poli Bortone in un incontro a Palazzo Carafa, è stata: "ma perché perchè il bar non può essere gestito da noi?".

"Lo scorso 4 maggio è stato chiesto al Comune, in quanto titolare dell'immobile sede del palazzo di Giustizia , di concedere al Cral l'utilizzo del locale-bar, attualmente senza gestione, come consente la normativa in favore delle associazioni di promozione sociale (art. 32 della legge n. 383/2000). Analoga richiesta - dice il presidente del circolo Luigi Tommasi - è stata avanzata ufficialmente all'amministrazione giudiziaria e personalmente al presidente della Corte d'appello Pagano. Ora si attende la discussione nella commissione di manutenzione del Palazzo di Giustizia".

Dal canto suo il sindaco Poli pare abbia preso in considerazione la richiesta che giunge dal Palazzo di giustizia, assicurando la disponibilità in tal senso da parte dell'amministrazione comunale, proprietaria dell'immobile e titolare delle procedure connesse. Ora il "Cral Giustizia" attende una risposta scritta da Palazzo Carafa.


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bar del Tribunale: ed ora sia fatta giustizia

LeccePrima è in caricamento