Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

"Barbari coloro che minano la mia trasparenza morale"

A tre giorni da voto, il preside di Ingegneria Laforgia, candidato alla carica di Rettore all'Università del Salento, stronca le voci che lo vedrebbero coinvolto in un una inchiesta giudiziaria

Alza la voce il preside di della Facoltà di ingegneria Domenico Laforgia, candidato alla carica di Rettore all'Università del Salento. E lo fa in merito alle voci che lo vedrebbero coinvolto in un secondo avviso di garanzia relativo ad un nuova indagine giudiziaria. "Da alcune parti ben identificabili vengono create voci circa indagini giudiziarie che mi coinvolgerebbero - afferma in una nota -, voci che smentisco categoricamente. Chi sta facendo circolare tali voci intende minare la mia credibilità a tre giorni dalle elezioni - aggiunge - interferendo pesantemente con la campagna elettorale dell'università e cercando di spaventare l'elettorato, quando ogni altra infamia e scorrettezza si è rivelata inefficace".

"A queste persone imputo, senza alcuna remora, l'imbarbarimento della campagna elettorale. Sono loro i veri barbari - continua - che con azioni di immorale vandalismo intellettuale cercano ancora di seminare dubbi sulla mia condotta morale per inficiare i capisaldi del mio programma che sono, appunto, la trasparenza e il risanamento morale. Sono sempre più perplesso su questo accanimento che rivela interessi che vanno ben oltre la semplice gestione della nostra università o l'assunzione di una carica istituzionale pur prestigiosa."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Barbari coloro che minano la mia trasparenza morale"

LeccePrima è in caricamento