Barca a vela intercettata al largo di Porto Selvaggio: a bordo 13 migranti

Nel primo pomeriggio una motovedetta della guardia di finanza ha condotto il natante nel porto di Gallipoli. Assistenza sanitaria con medici e operatori della Cri

Il personale della Cri fornisce assistenza ai migranti.

GALLIPOLI - Nel primo pomeriggio di oggi una barca a vela con a bordo 13 migranti è stata rintracciata al largo di Porto Selvaggio da una motovedetta della guardia di finanza. 

L'unità militare, allertata dalla sala operativa, ha raggiunto il natante e lo ha condotto nel porto di Gallipoli dove sono avvenute le operazioni di sbarco: medici dell'Ufficio sanità marittima aerea e di frontiera e personale della Croce Rossa Italiana hanno rifocillato i migranti, che hanno raccontato di essere a digiuno da circa tre giorni.

Sei di loro sono originari del Pachistan, quattro sono palestinesi, due i siriani e uno proveniente dall'Iran: sono tutti maggiorenni ma al di sotto dei 30 anni. I tredici sono stati poi trasferiti al centro Don Tonino Bello di Otranto.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

Torna su
LeccePrima è in caricamento