Barman evade i domiciliari per due volte. Si riaprono le porte del carcere

Un 28enne albanese residente a Lecce insieme con la madre si è allontanato da casa dove scontava la misure cautelare. I carabinieri del nucleo operativo radiomobile del capoluogo per due volte consecutive non lo hanno trovato presso il domicilio

LECCE – E’ stato accompagnato nel carcere di Borgo San Nicola Donald Levani, barman di origine albanese e residente a Lecce. Il 28enne, che nel capoluogo salentino vive insieme alla madre, ha violato gli arresti domiciliari ai quali era ristretto in seguito a un procedimento penale instaurato a Macerata, nelle Marche.

LEVANI DONALD-2Per due volte consecutive i carabinieri del nucleo radiomobile di Lecce, nell’ambito dei controlli tipici in casi come questo, non lo hanno trovato in casa: sia martedì 11 che mercoledì 12, infattim la madre non ha saputo dire dove si trovasse il figlio. Di conseguenza il giovane è stato denunciato all’autorità giudiziaria maceratese per l’aggravamento della misura cautelare e a quella leccese per il reato di evasione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oggi i militari della stazione di Lecce principale lo hanno trasferito nel penitenziario dal quale era uscito nel novembre scorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio, il 21enne non nega: “Da quanto mi stavate pedinando?”

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento