Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Batte la testa mentre aiuta amico in un lavoro domestico, in prognosi riservata

Antonio Pastore, un uomo di 76 anni, per cause in fase d’accertamento, è caduto malamente mentre stava svolgendo alcuni lavoretti d’intonacatura sulla facciata di un’abitazione di proprietà di un 80enne. Ricoverato al "Vito Fazzi"

Foto di repertorio (tutti i diritti riservati).

 

LECCE – Un grave incidente domestico è avvenuto questa mattina in una villetta che sorge in una zona isolata, nei pressi della strada statale 101 Lecce-Gallipoli, non lontano dall’ospedale “Vito Fazzi”. Antonio Pastore, un uomo di 76 anni del capoluogo, per cause in fase d’accertamento, è caduto malamente mentre stava svolgendo alcuni lavoretti d’intonacatura sulla facciata di un’abitazione di proprietà di un 80enne, suo amico.

Il 76enne, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe inciampato malamente in giardino, battendo la testa e per questo è stato condotto presso il vicino nosocomio leccese, dov’è stato sottoposto a tutti gli accertamenti del caso e ora si trova ricoverato in prognosi riservata. Si tratta comunque di una decisione assunta per pura precauzione, perché Pastore non è in pericolo di vita.

Sul posto, dopo il ricovero dell’uomo, considerata la situazione, si sono recati gli ispettori dello Spesal, per le dovute verifiche. Della vicenda sono stati informati anche i carabinieri della compagnia di Lecce.

Le indagini sono in corso, ma già da ora si tende a escludere l’ipotesi di una qualche forma di lavoro svolto in nero. Ovvero, il 76enne si sarebbe recato in casa dell’amico solo per aiutarlo, a puro titolo privato, in piccoli lavori di manutenzione, sulla facciata esterna.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Batte la testa mentre aiuta amico in un lavoro domestico, in prognosi riservata

LeccePrima è in caricamento