Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Beccati in tre nel cantiere mentre "tiravano" cocaina

Il custode di un cantiere per il recupero di hotel a Lecce e due suoi amici sono stati sorpresi ieri mattina dagli agenti delle volanti mentre erano intenti a sniffare droga. L'uomo è stato denunciato

La scena che si sono trovati di fronte gli agenti della sezione volanti, a grande linee, era come quelle, assai ricorrenti, che si vedono nel film "Scarface" con Al Pacino. Certo, la situazione che hanno dovuto fronteggiare i poliziotti non era proprio sul generis, non si "tirava" cocaina a montagne in ville faraoniche o nelle stanze degli hotel a cinque stelle, ma nel cantiere per il recupero di un noto albergo a Lecce. Mattonella in ceramica posata su una pila di tufi, striscia di cocaina, banconota da 20 euro già bella e arrotolata per inalare la droga e schede telefoniche usate per lo sminuzzo e l'allineamento della sostanza stupefacente. Più chiaro di così. Gli agenti hanno denunciato il custode del cantiere, un 40enne, di Vernole, per detenzione e cessione di sostanze stupefacenti, mentre ai due amici che erano con lui, è stato contestato l'uso personale (non terapeutico) di droga, la cui quantità era per un peso complessivo di 4 grammi. Ai tre, inoltre, è stata ritirata la patente di guida.

Tutto è accaduto nella tarda serata di ieri, quando agli agenti delle volanti è stata segnalata all'interno del cantiere la presenza di tre persone sospette. Giunti sul posto i poliziotti sono stati raggiunti dal custode, il quale, non solo si indisponeva per la "visita" dei poliziotti ma, dimostrandosi poco collaborativo e lasciando trasparire un certo nervosismo, ha iniziato ad inveire contro gli uomini delle forze dell'ordine. Ed è a quel punto che gli agenti hanno notato tutto l'armamentario di cui sopra pronto per l'uso.

La perlustrazione del cantiere è poi proseguita con l'ausilio di una pattuglia della guardia di finanza. Sono stati infatti i militari a scovare all'interno di un locale adibito a deposito al piano terra, i due giovani amici del custode che si erano nascosti all'arrivo dei poliziotti mentre erano intenti a consumare la cocaina insieme con il custode che, a quanto pare, gliel'avrebbe procurata.


Dopo gli accertamenti di polizia e dopo aver effettuato perquisizioni personali sui tre uomini, polizia e finanzieri hanno eseguito un altro controllo domiciliare presso l'abitazione del custode sita a Vernole, che comunque ha dato esito negativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beccati in tre nel cantiere mentre "tiravano" cocaina

LeccePrima è in caricamento