Cronaca

"La biblioteca Bernardini è soffocante": la dura denuncia di Fp Cgil

Manca l'aria condizionata e le finestre sono chiuse: il sindacato scrive alle istituzioni per denunciare il disagio quotidiano di utenti ed impiegati

LECCE – La biblioteca provinciale Bernardini, divisa tra le due sedi del Museo provinciale e del Convitto Palmieri, versa in condizioni a dir poco preoccupanti. Parola di Cgil, che a tal proposito ha scritto una lettera dettagliata inviata all’indirizzo del presidente della Provincia di Lecce, dei dirigenti responsabili della sicurezza nei luoghi di lavoro, del servizio Patrimonio e servizio Biblioteche della Provincia e della Regione Puglia, sollecitando un incontro urgente.

Entrambe le strutture che ospitano i volumi della biblioteca, infatti, non solo versano in una condizione di totale abbandono, ma il disagio è diventato pane quotidiano anche, e soprattutto, per chi ci lavora all’interno.

“Non sono ancora stati attivati i sistemi di condizionamento dell’aria, nonostante le ripetute richieste dei lavoratori – denuncia Paolo Taurino della Fp Cgil – e non si è nemmeno provveduto all’apertura elettrica dei finestroni della sala studio. Tale situazione rende evidentemente disagevole, se non insopportabile, in considerazione delle attuali condizioni climatiche, il lavoro quotidiano delle persone”.

Il sindacato sollecita quindi un intervento immediato delle istituzioni per garantire condizioni minime e dignitose per lo svolgimento del servizio pubblico e l’utilizzo dei locali da parte dell’utenza. Diversamente Fp si dice pronta a mettere in atto tutte le azioni di protesta consentite (fino alla sospensione delle attività), compresa la denuncia della grave situazione alla struttura competente della Asl di Lecce. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La biblioteca Bernardini è soffocante": la dura denuncia di Fp Cgil

LeccePrima è in caricamento