L’Arma compie 200 anni: radicata nei suoi valori, verso il terzo secolo di vita

Fu il re Vittorio Emanuele I, nel 1814, a istituire un corpo di militari scelti per la difesa del Regno di Sardegna. Da allora i carabinieri sono diventati punto di riferimento immediato per le istituzioni di ogni livello e per i cittadini

La caserma dei carabinieri di Campi Salentina.

LECCE – Sono trascorsi 200 anni da quella storica data, era il 13 luglio 1814, in cui il corpo dei Carabinieri Reali fu istituito con le Regie Patenti dal re Vittorio Emanuele I, che volle dotarsi di un corpo di militari scelti “per buona condotta e saviezza d’istinti”, allo scopo di contribuire alla difesa dello Stato in tempo di guerra e di vigilare alla conservazione della pubblica e privata sicurezza in tempo di pace.

Un anniversario storico che, dopo aver superato i 150 anni dell’Unità d’Italia, celebra la fatidica data dei sue secoli dalla fondazione dell’Arma, con un duplice obiettivo: proiettarla verso il suo terzo secolo di vita e rievocare l’importanza delle tradizioni e dei valori che, allora come oggi, animano ogni giorno l’azione dei carabinieri. In quasi due secoli di vita l’Arma è diventata un punto di riferimento per le popolazioni e per le istituzioni, dando vita a un legame profondo che ha fatto dell’uniforme dei carabinieri l’uniforme amica per antonomasia, alla quale poter chiedere non solo sicurezza, ma anche una semplice mano, un consiglio, una parola, un conforto.

Guarda il video

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel Salento, così come in tutta Italia, l’Arma rappresenta un punto di riferimento per i cittadini e le istituzioni, con un oltre mille uomini impegnati nel controllo del territorio con un impegno costante e uno sforzo continuo che hanno prodotto risultati eccellenti. Ogni anno sono centinaia di migliaia le persone controllate, con particolare impegno profuso per contrastare il tragico fenomeno delle morti sulle strade. Gli arresti e le denunce sono solo l’ultimo atto di un lavoro incessante, che va dal contrasto all’usura, un fenomeno molto più diffuso e sotterraneo di quello che traspare dai dati ufficiali, alla lotta contro le organizzazioni criminali di ogni specie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, aumentano i tamponi. Sono 611 i nuovi positivi e quindici i contagi nel Leccese

  • Dpcm, la protesta nasce pacifica in centro. Ma poi partono gli scontri

  • Virus, stabile l’andamento del contagio. Picco di 43 casi nel Salento

  • La ministra dell'Istruzione boccia Emiliano: "La Puglia riapra le scuole"

  • Il virus avanza in Puglia, Lopalco: “Si delinea uno scenario preoccupante”

  • Aggressione furibonda a colpi di martello: lui in ospedale, i cognati in arresto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento