Cronaca

Pedala che ti passa, a Lecce la bici si usa ancora troppo poco

Lo dicono i dati nazionali nella classifica della ciclabilità. Il risultato elaborato a partire da dati di Legambiente, è del blog Bicisnob. Nel capoluogo salentino i ciclisti urbani oscillano tra il 2 e il 4%

 

LECCE – Non è solo perché la benzina ha raggiunto costi da capogiro ma la bicicletta, oltre a diventare in città  il mezzo alternativo all’auto, rientra sempre più in uno stile di vita vero e proprio. Lo dicono i dati nazionali, nella classifica della ciclabilità delle città italiane. Il risultato elaborato a partire da dati di Legambiente, è del blog specializzato Bicisnob. Che però relega Lecce, insieme ad altre quattro città (La Spezia, Bergamo, Brescia e Torino), agli ultimi posti, dove i ciclisti urbani oscillano tra il 2 e il 4% della popolazione mobile, pochini, insieme ad un'altra dozzina di Comuni che non hanno dati aggiornati sulla composizione degli spostamenti (oppure non li hanno affatto). 
 
Ma a bene vedere, Lecce non è fanalino di coda, perché, udite udite, Roma è ultima nella classifica, stando sempre ai dati comunali raccolti sul modal split, l'indicatore che misura quale tipo di mezzo di trasporto viene utilizzato per muoversi, e ha così avuto la possibilità di stilare una graduatoria aggiornata al 2012 delle città più 'pedalate'. 
 
Sopra tutte c'è Bolzano, col 29% di spostamenti in bicicletta all'interno del centro urbano, seguita da Ferrara (27%), Venezia-Mestre (20%), Treviso (19%), Biella e Pavia (18%), Padova (17%) e Cremona (16%). Tutte città del nord, piccole o di medie dimensioni, che sono riuscite a raggiungere standard nordeuropei in relazione alla mobilità ciclabile.
 
Seguono altri 8 capoluoghi che hanno percentuali di spostamenti urbani a pedali comprese tra il 10 e il 15% (Reggio Emilia, Novara, Pisa, Forlì, Udine, Vercelli, Parma e Modena) e un altro gruppetto di 9 comuni dove la bici quantomeno si fa notare, usata almeno dal 5% della popolazione (Monza, Verona, Cuneo, Trento, Vicenza, Bologna, Firenze, Livorno, Siena). E nel resto dei capoluoghi c'è il deserto dei pedali. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedala che ti passa, a Lecce la bici si usa ancora troppo poco

LeccePrima è in caricamento