Cronaca

Bimba "dimenticata" sullo scuolabus, in due a giudizio

L'autista e l'accompagnatore dei bimbi di un pullmino che si stava recando alla materna di Sanarica rinviati a processo per abbandono di minore. La scolaretta, 4 anni, rimase rinchiusa nel mezzo

PROCURA_DI_LECCE-5

LECCE - Avrebbero dimenticato una bambina di soli quattro anni nel pullmino che avrebbe dovuto portare gli scolaretti nell'istituto. Per questo il giudice dell'udienza preliminare Ines Casciaro ha rinviato a giudizio con l'accusa di abbandono di minorenne Bruno Venneri, 58 anni, e Giorgio Antonio Giannetta, 60 anni, entrambi di Sanarica, rispettivamente autista ed accompagnatore dello scuolabus.

L'episodio risale al 4 febbraio dello scorso anno. Quella mattina, il pullmino aveva regolarmente fatto il giro delle abitazioni dei piccoli per condurli alla scuola materna di Sanarica. Apparentemente, tutto si svolse secondo la norma. Ma chissà perché una bambina di quattro anni non scese dal mezzo, rimanendo seduta in fondo al pullman. Sia l'autista, sia l'accompagnatore, purtroppo, non si sarebbero accorti che la piccina era rimasta lì. Per cui parcheggiarono il mezzo, lo chiusero e andarono via.


Furono due donne di passaggio ad accorgersi che la piccina era rimasta a bordo. Le passanti erano state infatti attirate dalle urla della bambina, che batteva forte i pugni sul finestrino. Subito intervennero gli agenti di polizia municipale, che liberarono la piccola. Per autista e accompagnatore scattò immediatamente la denuncia a piede libero. I due affronteranno il processo davanti al Tribunale monocratico di Maglie a partire dal prossimo 20 ottobre. Sono difesi dagli avvocati Fulvio Salerno e Giuseppe Gennaccari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimba "dimenticata" sullo scuolabus, in due a giudizio

LeccePrima è in caricamento